I flauti dolci (o dritti, o a becco)

Il flauto dolce è uno strumento musicale appartenente alla famiglia degli aerofoni. Il suono viene prodotto incanalando, all’interno dello strumento, l’aria. Questa attraversa un condotto sino a raggiungere un bordo chiamato labium. L'oscillazione dell’aria fra l'esterno e l'interno del labium produce una vibrazione che dà poi origine al suono. Il flauto dolce è detto anche dritto, per distinguerlo dal flauto traverso, o a becco, in virtù della forma della sua imboccatura. Il flauto dritto è dotato di otto fori, sette dei quali sul lato anteriore e uno sul lato posteriore dello strumento. A seconda dei fori chiusi dalle dita del musicista, si ottengono le diverse note di una melodia: a determinare l’altezza del suono è la lunghezza della colonna d’aria, che può essere variabile. I fori presenti sul tubo dello strumento consentono di modulare la lunghezza della colonna d’aria: una colonna lunga produce un suono grave, una corta produce un suono acuto.

L’utilizzo dello strumento nelle scuole

I flauti dritti sono comunemente utilizzati nelle scuole, nelle discipline artistiche e musicali. Sono strumenti musicali abbastanza gettonati in ambito scolastico poiché facili da suonare, piccoli da trasportare e reperibili in maniera tutto sommato economica (i flauti dolci per la scuola possono costare anche pochi euro). Quasi sempre, in ambito scolastico, l’utilizzo del flauto a becco prevede la lettura delle note su uno spartito, il che consente anche di insegnare agli alunni la trascrizione sonora su pentagramma ed elementi base di solfeggio. Insegnare a un’intera classe a suonare il flauto può essere un’impresa difficile, specialmente nelle scuole elementari, dove i bambini si distraggono facilmente e tendono a usare il flauto come un giocattolo e non come uno strumento musicale. Sia in Rete che nelle librerie, tuttavia, sono presenti numerose guide che aiutano e consigliano i docenti che intendono intraprendere questa avventura didattico-musicale.

L’acquisto del flauto dolce

In commercio ci sono tante offerte per questo articolo: dagli strumenti più semplici, per chi si approccia per la prima volta al mondo della musica, a quelli più rifiniti per i musicisti esperti ed esigenti. Il costo di un flauto a becco varia a seconda della rifinitura dello strumento, del materiale, del colore e della marca (Yamaha, Aulos, Hohner, per fare solo alcuni esempi): si oscilla da una spesa minima (meno di 2 €, per i prodotti più semplici) ad una decisamente più sostenuta (più di 3.000 €, per strumenti destinati a musicisti professionisti).

Chi non desidera comprare un articolo nuovo, può cercare offerte interessanti nel mercato dell’usato o può acquistare strumenti ricondizionati (dal produttore o dal venditore).