Educare gli amici a quattro zampe

Il nostro cane può essere persuaso a determinati comportamenti con vari strumenti oppure anche ricorrendo a giocattoli, biscotti o altri strumenti per l’addestramento.

Tuttavia, tra gli articoli per l’addestramento dei cani, sicuramente i fischietti e i segnali sonori sono tra gli oggetti più utilizzati per trasmettere comandi anche a distanza. Se si pensa, per esempio, ai cani da caccia, risulta evidente l’utilità del fischietto per richiamare il cane oppure per impartire un comando specifico.

Tipologie di fischietto per cane

I fischietti per cani si dividono in due grandi categorie: sonori, che emettono un fischio ben percepibile dall’orecchio umano, o “silenziosi” a ultrasuoni.

Tra i fischietti sonori, le tipologie più utilizzate per addestrare i cani sono tre.

Il fischietto con pallina, che contiene una piccola sfera che permette di modulare i suoni e creare alcuni trilli da associare a determinati comandi; il fischietto senza pallina, con meno opzioni sonore e meno ampiezza di modulazione; il fischietto a doppio tono (dual-tone), che in pratica combina i due tipi precedenti offrendo una più ampia gamma sonora.

I fischietti cosiddetti “silenziosi”, in realtà emettono un suono ad alta frequenza, non percepibile dall’uomo ma ben distinguibile e riconoscibile dai cani.

Infatti lo spettro udibile dai cani è superiore a quello umano e il funzionamento del fischietto sfrutta proprio questa maggiore sensibilità canina alle alte frequenze degli ultrasuoni. Questi fischietti rilasciano dunque suoni a frequenze superiori ai 23 kHz, perfettamente udibili dai cani ma percepibili dall’uomo tutt’al più come un sibilo.

I fischietti “silenziosi” permettono di evitare le proteste dei vicini, ma sono udibili dai cani anche a grande distanza. Se il fischietto ha il modulatore di frequenza, si possono utilizzare frequenze diverse per i comandi.

Usare il fischietto per addestrare

Soffiare nel fischietto non significa automaticamente avere un cane addestrato a determinati comportamenti.

Infatti occorre insegnare al nostro cane che un fischio esprime un comando e richiede un’azione da eseguire o un comportamento da adottare.

Addestrare richiede pazienza e perseveranza. Si tratta di un processo graduale di educazione e conoscenza reciproca tra cane e addestratore.

Per premiare il cane quando l’azione o il comando vengono eseguiti, spesso si ricorre a gratifiche in cibo o di altro genere. L’uso del fischietto può anche essere abbinato a appositi giochi educativi.

Per addestrare in sicurezza è comunque sempre raccomandabile indossare tute e guanti protettivi antimorso.

Infine, per non perdere il fischietto, si raccomanda di agganciarlo a un cordoncino.

Prezzi

Si tratta di oggetti che costano dai 3 € in su per modelli semplici e in materiali non troppo ricercati (plastica o acciaio). Esistono anche fischietti in metalli preziosi (argento e oro) il cui costo può anche superare i 200 €.