Filtri d’aria per moto: a cosa servono?

Molto spesso si pensa erroneamente che il filtro d’aria del motore abbia un ruolo del tutto marginale nel funzionamento della motocicletta. Trattandosi di un componente per aspirazione e iniezione, questo filtro ha invece un ruolo di straordinaria importanza, in quanto depura l’aria che viene diretta verso la camera di combustione. Se il filtro non ci fosse, all’interno della camera di combustione arriverebbero anche elementi estranei che sono spesso presenti nell’aria, come fogliame, polveri, detriti e acqua. Nell’ambito dei ricambi per moto, il filtro dell’aria è uno dei componenti che deve essere controllato ed eventualmente sostituito con buona frequenza: il suo funzionamento corretto previene l’intasamento di valvole e iniettori ed evita un logoramento precoce del motore. Quanto detto finora fa riferimento in maniera particolare alla qualità dell’aria, ma ci sono aspetti rilevanti legati anche alla quantità. La presenza del filtro modera l’afflusso di aria verso la camera di combustione, affinché il consumo di carburante risulti costante e contenuto.

Come è fatto un filtro dell’aria?

In linea di massima ogni filtro è costituito da due parti: una solida, che ha la funzione di sostenere l’intera struttura, e una filtrante, caratterizzata dalla presenza di un materiale poroso. Ogni casa produttrice studia i singoli filtri sulla base dei modelli in cui devono essere inseriti: esistono componenti a cono, a pannello, a cerchio e a cilindro. Prima di acquistare un filtro, è bene assicurarsi che sia compatibile con il modello di motocicletta che necessita della sostituzione di questo componente. Le maggiori case produttrici di moto realizzano anche una vasta gamma di sistemi di filtraggio e le compatibilità devono essere verificate sulla base di dimensioni e forma (un filtro Hondapuò essere adatto a un veicolo Yamaha). Anche se esistono dei margini operativi per installare filtri prodotti da marchi diversi, è consigliabile acquistare il filtro specifico per la propria motocicletta e dunque montare, ad esempio, un filtro Suzukisu un veicolo della stessa azienda. Il costo medio di un filtro dell’aria è di circa 15 €.

È possibile pulire il filtro dell’aria?

Per rispondere a questa domanda bisogna fare una distinzione tra filtri classici in carta e sistemi di filtraggio che utilizzano il cotone come materiale poroso. Il filtro in carta non può sostenere interventi di manutenzione e qualsiasi tentativo di rimuovere eventuali agenti esterni dal materiale filtrante non farebbe altro che peggiorarne le prestazioni. Il filtro in cotone invece, è stato ideato proprio per poter essere pulito ed esistono dei prodotti, nell’ambito dei kit per manutenzione, studiati appositamente per oliare il filtro. In tutti i casi è sconsigliato l’utilizzo di aria compressa per rimuovere eventuali impurità, in quanto potrebbe compromettere la struttura del materiale filtrante.

Inviaci le tue impressioni - si apre in una nuova finestra o scheda