Fili e trecciati per la pesca

Fino a qualche anno fa, per la buona riuscita delle battute di pesca non si dava molta importanza al filo da pesca, anche perché la scelta e le caratteristiche erano molto limitate.Attualmente, le nuove tecnologie hanno introdotto nel mercato dei nuovi fili e la ampia gamma ha permesso di assecondare le esigenze di ogni pescatore. 

Caratteristiche fili da pesca

Le caratteristiche principali che si devono tenere in considerazione quando si comprano dei fili da pesca sono:

  • colore: il colore del filo deve essere più simile possibile al colore dell’acqua in cui si pesca. Nel caso in cui non fosse possibile trovare un colore simile, è meglio utilizzare un filo neutro;
  • diametro: un filo dal diametro grosso è sinonimo di maggiore galleggiabilità dello stesso e di una discesa più lenta dell’esca nell’acqua. Un filo più sottile si muove in modo più naturale e sarà meno percepito dai pesci;
  • morbidezza: un filo morbido è più facile da lanciare, quindi consigliato soprattutto per i pescatori meno esperti;
  • elasticità un filo troppo elastico non permette di percepire né le toccate più lievi dei pesci, né il movimento delle esche artificiali. Un filo troppo rigido, utile a percepire ogni singola vibrazione delle insidie, non perdona nei lanci sbagliati; 
  • tenuta al nodo: un nodo non fatto bene può creare danno ai fili non resistenti all’abrasione;
  • affondabilità: un diametro sottile del filo permette di raggiungere più rapidamente il fondo. In commercio ci sono i fili affondanti, consigliati per la pesca con forte vento e per la traina in mare.

Materiali fili da pesca

  • Nylon: è un materiale polivalente. In commercio ce ne sono tantissimi di differente diametro, colore e resistenza. È un filo dotato di una certa elasticità che ne riduce il rischio di rottura.
  • Fluorocarbon: rispetto al filo di nylon, questo, dovuto al color fluo,  facilita l’individuazione della lenza e permette di seguire lo spostamento del pesce, una volta che ha abboccato. È completamente invisibile in acqua e molto resistente. È un filo rigido, quindi sconsigliato ai principianti.

I trecciati

Il trecciato si è diffuso molto negli ultimi anni soprattutto nelle tecniche di pesca più dinamiche.Questo filo è più resistente rispetto al nylon e al fluorocarbon, a parità di diametro, ed ha una totale assenza di elasticità.Gli aspetti negativi dei trecciati sono la scarsa resistenza all’abrasione e la visibilità totale in acqua; per questi motivi sono sconsigliati ai neofiti. 

Quanto costa un filo da pesca?

Il prezzo di un filo da pesca oscilla tra 1 € (per 10 metri) fino a 1.200 € (per un filo di 1.200 metri).
 

Inviaci le tue impressioni - si apre in una nuova finestra o scheda