Ferro da stiro: quale scegliere?

Quando si vuole acquistare un ferro da stiro, la prima domanda che ci si deve porre è: meglio un ferro da stiro a caldaia o un ferro da stiro a vapore? Per sciogliere questo dilemma bisogna pensare alle reali esigenze di stiro che si hanno. Infatti, a una famiglia numerosa con una grande quantità di capi da stirare e poco tempo a disposizione, forse converrà optare per la prima soluzione, mentre a una coppia senza figli potrebbe bastare il classico ferro privo di caldaia esterna, più pratico e compatto. In base alla potenza, che va dai 1.400 W ai 3.000 W, e alla marca, come Philipso Rowenta, il prezzo di questi elettrodomestici può variare partendo da un minimo di circa 30 € per un modello a vapore basic fino a superare i 350 € per uno con caldaia. Vale la pena dare un’occhiata anche agli articoli usati, poiché a volte si possono trovare delle ottime offerte.

I vantaggi del ferro da stiro senza caldaia

Stirare non è certo tra i nostri passatempi preferiti, ma se proprio lo si deve fare, allora meglio scegliere dei ferri da stiro validi, che abbiano almeno queste tre caratteristiche: potenza adeguata e non inferiore ai 2.000 W, numerosi fori sulla piastra per favorire l’emissione del vapore e punta di precisione per raggiungere anche gli angoli più difficili, come polsini e colletti. In questa tipologia di ferri, l’acqua verrà versata direttamente all’interno dell’apparecchio, che penserà a riscaldarla e vaporizzarla grazie alla presenza di una mini caldaia interna, con un ingombro minimo. Chi non vuole rinunciare ad avere gli abiti stirati e sempre in ordine anche in vacanza può acquistare un comodo ferro da stiro da viaggioo, ancora più pratica, una spazzola a vapore, che si può riporre anche in una piccola borsa.

I vantaggi del ferro da stiro con caldaia

Il ferro da stiro con caldaia è uno degli elettrodomesticipiù venduti, preferito rispetto al classico ferro da molte famiglie italiane. Scopriamo il perché. Innanzitutto, permette di stirare più velocemente rimuovendo tutte le pieghe con una sola passata, ha un serbatoio d’acqua più capiente, ideale quindi per lunghe sessioni di stiratura continuate (ben oltre due ore consecutive), e garantisce elevate prestazioni. Questa tipologia di ferro può essere a riempimento continuo, consentendo di aggiungere acqua nel serbatoio mentre lo si utilizza, oppure a chiusura ermetica, in cui è possibile introdurre acqua solo quando l’apparecchio è spento. Inoltre, esistono modelli di ultima generazione con funzioni extra come l’autospegnimentoe quella anticalcare. Non sono certo dei fattori determinanti per la scelta del ferro, ma sono comunque degli elementi in più, che migliorano la qualità dello stiro.

Inviaci le tue impressioni - si apre in una nuova finestra o scheda