Evoluzione dei fanali per moto

I fanali da moto negli ultimi anni hanno avuto un’evoluzione nella forma, soprattutto in risposta alle nuove tecnologie di illuminazione sviluppate inizialmente dalle case automobilistiche e in seguito riprese da quelle motociclistiche. Le lampadine, nella loro evoluzione tecnologica, sono passate dal filamento di tungsteno all’utilizzo di gas nobili e poi a quello del led, aprendo nuove strade nei sistemi di illuminazione dei veicoli. Fanali posteriori, luci di segnalazione e per la targa, compongono il set di illuminazione che si trova sulla coda della moto.

Meglio le parti di ricambio originali o quelle compatibili?

Nel momento in cui si decide di cambiare qualche componente dell’illuminazione, il dilemma è se utilizzare parti compatibili o originali. In linea di massima la scelta su quali ricambi per moto utilizzare dipende dal motivo per cui si sta provvedendo alla sostituzione. Se a seguito di un incidente rivogliamo la moto identica a prima allora è meglio optare per un ricambio originale, se invece la decisione riguarda il personale gusto estetico, allora un fanale universale o compatibile, che ha forme diverse da quello montato dalla casa madre, è la soluzione più corretta. Naturalmente i costi variano sensibilmente. Per fare un esempio, i fanali posteriori Hondarichiedono un esborso più alto rispetto a quelli di concorrenza. Quelli per il modello CBR 600 2007 - 2015 superano i 120 €, quelli di concorrenza non vanno oltre i 40 €. Naturalmente lo stesso discorso è valido anche per i fanali Yamaha, Ducati e per tutte le altre marche. Per chi volesse risparmiare, ma avere allo stesso tempo dei pezzi originali, potrebbe trovare un buon affare tra i pezzi di ricambio usati.

Una scelta in linea con i propri gusti

Sia che si debbano cambiare i fanali anteriori, sia che si debbano sostituire quelli posteriori, è consigliabile optare per un modello universale o compatibile che rispetto agli originali è più economico e offre maggiori opzioni di scelta. Ci sono infatti fanali rossi, bianchio color ambra, tondi, rettangolari o a forma di trapezio. Il prezzo dipende dal modello scelto, ma in linea di massima il costo è inferiore ai 50 €.

I portatarga e le luci di segnalazione sono gli altri elementi che compongono l’illuminazione posteriore. Per i primi le differenze riguardano sostanzialmente il numero di led utilizzati per illuminare la targa. Ce ne sono alcuni che utilizzano venti led, altri che ne usano quattro, ma di grosse dimensioni, altri ancora si affidano alla sola luce di posizione.

Inviaci le tue impressioni - si apre in una nuova finestra o scheda