Storia del cucito: professione e hobby molto antico

L’arte del cucito ha una storia molto antica, che risale all’epoca preistorica, quindi parecchio prima dell’invenzione della filatura nell’industria tessile.

Nel corso dei secoli il cucito, oltre a dare lavoro a moltissime donne (e parecchi uomini) in tutte le epoche, è diventato un hobby diffusissimo. Le fanciulle appartenenti a tutti i ceti sociali, per diversi secoli, imparavano a cucire fin da piccole.

La svolta arriva intorno al 1800, quando l’inventore francese Barthélemy Thimonnier realizza il primo modello di macchina da cucire, dando inizio a una nuova era, quella dell’industria tessile.

L’hobby del cucito è oggi molto diffuso e ha tante “sfumature” diverse (come l’uncinetto o il punto croce); tra queste, l’applicazione di decorazioni e finiture, come le etichette, sui capi d’abbigliamento.

Personalizzare i capi d’abbigliamento

Personalizzare il proprio abbigliamento è una cosa molto originale, e può diventare un piacevole hobby con cui sbizzarrirsi, dando sfogo alla fantasia. Ci sono tantissimi modi di rendere unici e valorizzare vestiti anonimi o creazioni hand made; ad esempio, si possono applicare nastricolorati o paillettesvariopinte.

Chi possiede una propria linea di abbigliamento (ma anche chi voglia, ad esempio, riconoscere il proprio accappatoio nello spogliatoio di una piscina o un cappotto fra i tanti appesi all’attaccapanni), applicherà etichette personalizzate su ciascun capo di vestiario.

Etichette da abbigliamento per l’hobby del cucito

Esistono diversi tipi di etichette da abbigliamento indicate per chi ha l’hobby del cucito, tra cui le applique, piccoli pezzi di stoffa con su scritto qualcosa di unico (il proprio nome, l’iniziale o anche un particolare disegno).

Le varie etichette si distinguono tra loro innanzitutto per il materiale; la maggior parte sono realizzate in tessuto, ma è possibile acquistarne anche in metallo.

Ancora, una differenza fra i tanti tipi riguarda il testo contenuto sull’etichetta. Alcune recano l’indicazione della composizione del capo e le modalità consigliate per lavaggio e stiratura; altre, invece, la taglia (o l’età, nel caso di abbigliamento per bambini) e sfiziose scritte come “hand made with love” o messaggi di auguri, magari natalizi, come “Merry Christmas”.

Nonostante sia possibile acquistarle singolarmente, molto spesso vengono vendute in kit che ne contengono un numero variabile, da una decina a circa un migliaio di pezzi.

Il prezzo delle etichette da abbigliamento, acquistabili tra gli articoli per il cucito, va da poco più di 1 € a circa 80 €; per quelle personalizzabili, il costo varia a seconda delle esigenze e del tipo di lavoro commissionato.