Ecoscandagli e GPS per pescare in sicurezza

Muoversi tra le acque del mare o di un lago non è un’impresa facile, soprattutto se l’obiettivo è di trovare la zona migliore in cui pescare. La tecnologia offre alcuni fondamentali strumenti per ottimizzare i tempi e gli spostamenti in barca, evitando di perdere l’orientamento e di trascorrere ore ed ore in attesa di una preda. In questi casi, un ecoscandaglio da pesca può rivelarsi un ottimo alleato: è in grado di sondare i fondali e di restituire attraverso il monitor una mappa dettagliata, evidenziandone la conformazione e gli eventuali ostacoli, i banchi di pesci, la loro taglia e la profondità alla quale si trovano. La scelta dipende dalle effettive necessità del pescatore, le sue abitudini e il luogo prescelto per la pesca. In base al modello, un ecoscandaglio può sondare fino a oltre 1000 metri di profondità e può fornire anche dati accessori sulle caratteristiche delle acque e rappresentazioni grafiche in 3D. Pescatori di professione o appassionati di pesca possono scegliere tra numerose marche e tipologie, contando su strumentazioni affidabili anche tra gli ecoscandagli usati: Garmin, Humminbird, Lowrance, Raymarine, Simrad sono solo alcuni tra i principali produttori di ecoscandagli e GPS da pesca, con diversi modelli che spaziano dagli schermi a colori ai display LCD ad alta risoluzione, dai dispositivi completi, ai soli trasduttori fino a sistemi con GPS. Tra articoli nuovi e usati le opportunità sono numerose, con prezzi che variano dai 10 € per un modello base a oltre gli 8.000 € per i sistemi più sofisticati.

Ecoscandagli e GPS da pesca: come funzionano?

L’ecoscandaglio è un’ecosonda elettronica ad ultrasuoni, composta da un trasduttore da fissare allo scafo e da un ricevitore dotato di schermo. Gli impulsi sonori inviati verso il basso dal trasduttore rimbalzano sul fondale e, in base alla sua effettiva conformazione, vengono restituiti al ricevitore che si occupa di elaborarli attraverso una mappa più o meno dettagliata. Rispetto al modello di base, infatti, ogni prodotto è dotato di diverse caratteristiche aggiuntive: dai modelli con display a colori a quelli dotati di indicatori di distanza e di profondità, con frequenza che variano tra 80 e 200 kHz e display più o meno grandi e sofisticati. È possibile scegliere ecoscandagli con GPS che, attraverso il collegamento con il satellite, permettono di raggiungere i punti di secca o qualunque altra destinazione con un grado di approssimazione molto ridotto. GPS, ecoscandagli e profondimetri forniscono informazioni molto importanti ai navigatori e ai pescatori, per questa ragione sono considerati una strumentazione di bordo indispensabile per affrontare la navigazione in modo sicuro.

Inviaci le tue impressioni - si apre in una nuova finestra o scheda