Il drum nella stampa laser

Le stampanti laser hanno rappresentato un passo in avanti nel settore, con prestazioni e silenziosità maggiori. Richiedono spesso, tuttavia, una manutenzione più frequente rispetto alle stampanti a getto d’inchiostro.

Negli ultimi anni il prezzo ha permesso una larga diffusione dei sistemi a laser anche in ambito domestico, con il conseguente ribasso dei prezzi di toner e ricambi.

A svolgere una mansione molto importante in queste stampanti è il tamburo o drum, un componente cilindrico che, ruotando e caricandosi di energia elettrica, viene illuminato dal laser con i dati da stampare o fotocopiare, per poi attrarre la polvere del toner e rilasciarla in stato liquido a pressione sul foglio. Dato il ruolo fondamentale, in caso di problemi o guasti la stampa subirà delle sbavature rovinando il lavoro.

In molte stampanti il toner e il drum sono integrati, quindi vanno sostituiti nello stesso momento. Il cambio non richiede estese conoscenze tecniche e si può effettuare in pochi passaggi, rimuovendo le leve di blocco a dispositivo spento.

Prima dell’acquisto di una stampante a tecnologia laser è bene informarsi sulla durata, espressa in migliaia di fogli, così come sul prezzo di questi componenti, dato che alcuni tamburi nuovi possono superare i 200 €.

In alcuni casi è possibile effettuare una rigenerazione del drum, processo che richiede poco tempo a fronte di un risparmio economico, possibile, ad esempio, su alcuni modelli Brother serie HL, DCP e MFC, per i quali un nuovo toner con tamburo può costare meno di 30 € nuovo e non rigenerato.

Quando è ora di sostituirlo?

La maggior parte delle stampanti in commercio notifica l’utente circa l’esaurimento del tamburo con un messaggio sul display LCD. In caso contrario, è facile capire quando è il momento giusto, perché la qualità della stampa va deteriorandosi in modo palese rendendo necessaria la sostituzione. Se il modello in possesso non ha drum e toner integrati, come su molti modelli Canon e HP, non sarà indispensabile sostituirli insieme.

Prezzi e produttori

Il costo di un tamburo nuovo Canon può variare da 50 fino a oltre 200 €; tutto dipende dal modello di stampante di cui si è in possesso.

Analogo discorso è valido per i drum Epson, i quali possono facilmente superare il costo di 100 € per singola unità, nonostante alcuni tamburi siano in grado di stampare oltre 30.000 fogli durante il loro ciclo di vita.

Si può risparmiare sul prezzo, tuttavia, optando per dei tamburi rigenerati, i quali possono comunque ricoprire le esigenze di stampa qualora queste non siano eccessive durante il corso di un anno.

Inviaci le tue impressioni - si apre in una nuova finestra o scheda