Didgeridoo: antichi strumenti musicali

Il Didgeridoo è uno strumento a fiato in legno con origini davvero antichissime. La sua terra natia è infatti il Nord dell’Australia. Si ipotizza che le origini dello strumento possano risalire ad oltre due mila anni addietro, essendoci graffiti dell’epoca che lo raffigurano.

Veniva utilizzato dagli aborigeni durante danze cerimoniali nelle quali veniva mantenuto un forte ritmo.

Il Didgeridoo, oltre che essere utilizzato come strumento a fiato, viene anche percosso con le dita o con dei bastoni sulla sua superficie, in modo da creare ritmi diversi. Esso varia la propria tonalità in base alle sue dimensioni: ad un tronco più corto corrisponde una tonalità più alta, ad un tronco più lungo, invece, una tonalità più bassa. In genere, comunque, i Didgeridoo di tipo classico passano da un “Sol alto” ad un “La basso”, e sono sempre di due ottave più basse rispetto a quella che può essere una nota da pianoforte.

I materiali di costruzione dei Didgeridoo

I Didgeridoo più antichi sono strumenti musicali tradizionali davvero preziosi non solo per le origini risalenti nel tempo, ma anche per la preziosità del materiale con cui vengono realizzati. Se le tipologie di legno utilizzate nella fabbricazione di questi articoli sono diverse, tra cui legno di bamboo e di agave, è bene ricordare che i Didgeridoo di stampo originale vengono realizzati in legno di eucalipto (tra le centinaia di specie esistenti solo alcune risultano essere adatte).

In particolar modo, il pezzo di ramo o tronco adoperato è quello scavato dalle termiti che non abbia le pareti né troppo sottili né ancora troppo spesse. Le termiti vengono poi rimosse e viene ridotta la dimensione dell’imboccatura con della cera d’api.

Per quanto riguarda il bamboo - invece - questo è un legno già cavo in natura.

Ricordiamo che ad oggi, comunque, i materiali utilizzati sono anche la plastica, la ceramica ed il metallo.

I Didgeridoo e la musica

Strumenti a fiato in legno di tipo folcloristico, i Didgeridoos attirano una particolare nicchia di musicisti amanti della cultura folcloristica e aborigena.

Chi volesse avvicinarsi a questi strumenti, senza incorrere ad una spesa eccessiva, troverà online diversi strumenti usati. Gli articoli più costosi sono comunque quelli più antichi che arrivano anche a 300 €, mentre qualcosa di meno prezioso e abbordabile si trova anche a partire da 20 €.

Questa tipologia di strumento unisce la musica a qualcosa di più intrinseco, culturalmente parlando, entrando a contatto con la natura e l’ambiente circostante.

Particolarità dei Didgeridoo è l’essere spesso decorati con totem ed altri disegni tipicamente aborigeni. Tra le altre tecniche di decorazione, va ricordata l’incisione di motivi e figure geometriche con un ferro caldo.

Inviaci le tue impressioni - si apre in una nuova finestra o scheda