Collezionare oggetti storici: conservare la memoria del passato

Molte persone scelgono di collezionare reperti storici per preservare il valore e i ricordi che questi rappresentano. Ne sono un esempio articoli militari come uniformi, elmetti, documenti, bandiere e fotografie. Tra questi, una categoria che recentemente è tornata a essere molto popolare tra i collezionisti e quella dei distintivi e decorazioni al valore militare. Queste venivano conferite a chi si fosse distinto per atti di eroismo militare, sia in tempo di pace sia in tempo di guerra, meritevoli di essere imitati. Le decorazioni militari attraversano varie epoche storiche e sono peculiari per ogni nazione.I distintivi militari servono a indicare una caratteristica di stato, posizione, merito o capacità e vanno posizionati sull’uniforme di chi ha ricevuto il riconoscimento. Fino al 2000 erano di metallo e venivano attaccati tramite una spilla. Oggi sono stati sostituiti da distintivi di stoffa.Le decorazioni vengono applicate all’uniforme sotto forma di nastrini, il cui colore riprende quello del nastro a cui è attaccata la decorazione. I nastrini vanno disposti su più righe e ordinati in base a un ordine di precedenza. I nastrini dell’esercito italiano sono oltre 100 e rappresentano altrettante decorazioni militari.Medaglie e decorazioni di guerra possono raggiungere prezzi altissimi, dovuti alla loro unicità e alla storia che rappresentano. A giugno 2017, un’onorificenza molto rara del Regno delle Due Sicilie (una placca da Cavaliere di Gran Croce del Reale e Militare Ordine di San Giorgio della Riunione) è stata venduta all’asta per 12.500 €. Il minimo può anche essere soltanto 5 € per una decorazione comune e senza una storia particolare. 

Collezionare medaglie militari: consigli per neofiti

La prima cosa da fare quando si decide di collezionare oggetti storici è quella di concentrarsi su un particolare periodo storico o su un particolare tipo di oggetti, per esempio le medaglie militari. Può trattarsi degli anni a cavallo della Seconda Guerra Mondiale o dei riconoscimenti attribuiti ai Carabinieri, secondo gli interessi del collezionista. Una caratteristica che rende preziosa o rara una medaglia è la persona cui è stata data. Le medaglie nominative sono sicuramente le più interessanti. Attraverso il nome (scritto sulla medaglia stessa o sui documenti annessi) è possibili risalire alla storia della persona che l’ha ricevuta, e quindi capire quanto sia più o meno preziosa.Determinare il valore di una medaglia non è affatto facile, soprattutto se si è alle prime armi. Solo l’esperienza e la conoscenza offrono degli strumenti utili per riconoscere i pezzi di valore. Per la stessa ragione non è semplice individuare i falsi. Quando si decide di acquistare un pezzo, la cosa migliore è controllare le recensioni del venditore e le opinioni di precedenti acquirenti.