Una cucina tutta nuova: come prendere bene le misure 

Esaurita la soddisfazione per una compravendita riuscita, tanti vengono assaliti dai problemi connessi all’arredamento della nuova casa. Un notevole ostacolo può essere rappresentato dalla sistemazione della cucina. Come creare la giusta combinazione di pensili ed elettrodomestici per cucine componibili? Innanzitutto, le informazioni principali da passare ad eventuali fornitori sono la lunghezza delle pareti, il posizionamento degli elementi che compongono l’impianto elettrico (prese) e gli attacchi per carico e scarico dell’acqua.Come ogni buona misurazione che si rispetti bisogna partire dagli strumenti adeguati: dimenticate il metro da sarto o il metro richiudibile, che rischiano per la loro imprecisione di  pregiudicare il lavoro finale. Meglio procurarsi un flessometro da 5 m.Per procedere in modo chiaro, si consiglia di disegnare la piantina della cucina su carta millimetrata, tracciandone il perimetro. Man mano che le rilevazioni vengono effettuate, si riporta il dato sul foglio in corrispondenza della parete. In questo modo è già possibile prevedere eventuali isole per la cucina. Si procede quindi alla misurazione degli infissi, valutando l’ingombro dell’apertura, oltre a eventuali stipiti e davanzali. Per ottenere misure certe degli impianti, occorre effettuare due rilevazioni: la prima partendo dal muro a sinistra fino alla mezzeria dell’elemento; la seconda, partendo dal pavimento fino al centro dello stesso elemento. Questo procedimento sarà valido anche per il bagno

Consigli per una cucina completa low cost 

Il sogno di una cucina moderna e innovativa per alcuni può trasformarsi in un incubo quando si arriva ai prezzi, a volte molto esosi (che vanno dai 300 € a oltre 9.000 €). Il settore dell’arredamento ha vissuto proprio negli ultimi decenni un cambio di rotta per venire incontro alle esigenze dei tanti che ricercano mobili e pensili a costi contenuti. Ecco qualche buon consiglio per ottenere una cucina completa economica. In primo luogo, si può optare per un piano di lavoro in laminato, ad esempio, che presenta costi abbastanza accessibili. È invece sconsigliato abbassare la qualità di cerniere o scorrimenti per cassetti perché pezzi di ottima fattura, nel loro piccolo, possono far durare maggiormente la cucina. Ci corre in soccorso il web per individuare opzioni di acquisto più economiche. Si stima sia possibile risparmiare fino al 60% attraverso una oculata ricerca su siti di arredo. Com’è noto, alcune catene di arredamento hanno già impostato la loro offerta su budget limitati. Le cucine componibili Ikea stanno infatti supportando una nuova generazione di case e famiglie. In alternativa, si può praticare la strada dell’usato. Ottimi affari possono essere conclusi se si desidera dare nuova vita a cucine usate, anche se è meglio dire “con esperienza”!