Esche artificiali: il cucchiaino

Il cucchiaino è un tipo di esca artificiale classica che si utilizza nella pesca con canne da spinning. Può essere rotante oppure ondulante, aggettivo riferito al movimento che compie in acqua, ed è molto diffuso nell’ambito della pesca sportiva. I cucchiaini riproducono il movimento dei pesci di piccole dimensioni, cosa che li rende adatti a catturare molte specie di predatori, dalle trote ai lucci. In virtù di ciò, dato che la tecnica dello spinning prevede lancio e immediato recupero dell’esca, se mosso con il dovuto realismo il cucchiaino andrà a muoversi come farebbe un pesce, con cambi di direzione e di velocità.

Il peso di queste esche varia solitamente da 1 grammo fino a quasi 50.

Le parti principali sono l’amo, di diverse dimensioni, l’asse, la parte piombata e la paletta.

Una prima differenza tra un cucchiaino e un altro si può fare in base al luogo di pesca. Ne esistono infatti di adatti ad acqua dolce e altri ideali per l’ acqua salata.

Il colore di un cucchiaino spesso non fa differenza; peso, dimensione e movimento dell’esca sono fattori più importanti.

Scelta della giusta esca

Come già anticipato, conoscere a fondo il luogo di pesca aiuterà a stabilire quale cucchiaino è più adatto. Il rischio maggiore è che, nel caso di poca esperienza, l’esca si incagli con estrema facilità sui fondali bassi e molto rocciosi. Fiumi e torrenti poco profondi sono zone adatte a esche di piccole dimensioni e peso ridotto al minimo. In questo caso sono da prediligere i cucchiaini con una sola paletta, di piccole dimensioni e con un peso di pochi grammi, che facilitano la pesca e limitano la resistenza al ritiro della lenza. I cucchiaini di misura n. 2, come i Mepps Decorè, rispondono a questa configurazione. Il loro prezzo è di 12 € circa per 5 pezzi.

Altre opzioni di acquisto sono le esche Daiwa, a prezzi simili.

Per la cattura di pesci come il siluro, presente in laghi, torrenti e stagni, e che di solito abita in profondità, il cucchiaino ondulante è un’ottima scelta. In questi casi è necessaria un’esca con un peso di almeno 15 grammi. Il siluro si sposta verso la superficie quando è tempo di cacciare, comportamento condiviso da altri predatori. L’utilizzo di un’esca di grandi dimensioni suscita interesse nel predatore e un peso ridotto consente la pesca quasi a galla.

Il movimento rotante può essere accentuato installando una mosca o acquistando i cucchiaini già così configurati.