Cravatte e papillon da uomo Versace: classe ed eleganza

Da quasi quarant’anni il marchio Versace è uno dei brand italiani più famosi nel mondo, una vera e propria icona per milioni di persone. Grazie alla vasta gamma di collezioni disponibili, comprensive di capi e accessori inerenti alla sfera dell’abbigliamento maschile e femminile, l’azienda milanese è diventata una delle società leader nel mercato della moda. Il marchio Versace è particolarmente attento alle tendenze del momento e si caratterizza per la capacità di innovare e personalizzare ogni capo d’abbigliamento. Cravatte e papillonnon fanno eccezione: si tratta di accessori da uomoche possono incidere in maniera sostanziale su un particolare outfit e, per questa ragione, devono essere scelti con molta cura. Da un punto di vista pratico, la scelta della cravatta o del papillon è strettamente legata alle esigenze personali. Ci sono capi d’abbigliamento adatti in contesti formali, mentre altri sono consigliati per ottenere un effetto più sobrio.

Come scegliere la cravatta giusta?

Nella scelta di una cravatta i principali fattori da considerare sono tre: la larghezza, il materiale e l’abbinamento. Le cravatte strette sono quelle più utilizzate nei contesti formali, anche se sono consigliate soltanto ai soggetti che presentano un girovita contenuto. Una cravatta sottilepotrebbe risultare ridicola se indossata da un uomo particolarmente robusto. Per quanto riguarda i tessuti invece, quello maggiormente utilizzato è la seta. Le cravatte di setahanno un prezzo compreso fra 20 € e 50 €, mentre quelle in poliesteresono più economiche e non superano i 20 €. Una valida alternativa a questi modelli è rappresentata dalle cravatte in raso, particolarmente adatte ai mesi estivi. Tradizionalmente, nell’ambito di uno stile classico e sofisticato, la cravatta dovrebbe essere più scura della camicia e obbligatoriamente di un colore diverso rispetto alla giacca. In generale, onde evitare di cimentarsi in abbinamenti improbabili, è bene evitare di coniugare fantasie diverse.

Indossare il papillon: consigli pratici

Il papillon nasce per essere indossato in contesti formali, dove l’eleganza è d’obbligo. In realtà questo modo di vedere particolarmente rigido è stato progressivamente abbandonato, lasciando spazio all’utilizzo di questo accessorio anche in occasioni di vita quotidiana come cene fra amici e serate nei locali. La cosa importante è rispettare delle semplici regole empiriche, onde evitare di indossare il papillonin maniera scorretta. È fondamentale abbinare questo accessorio ad una giacca: si possono indossare anche maglioni o cardigan che però non devono sostituire la classica giacca. Inoltre bisognerebbe evitare di utilizzare il papillon in situazioni come esami o colloqui di lavoro, in quanto potrebbe attirare eccessivamente l’attenzione del proprio interlocutore. Infine, è bene che le proporzioni del papillon siano coerenti con il resto dell’abbigliamento.

Inviaci le tue impressioni - si apre in una nuova finestra o scheda