Il fascino sexy di bustini e corsetti

Intramontabile elemento nella biancheria intima femminile, capace di suscitare da sempre immagini provocanti e di far sentire ogni donna un pò più diva, il corsetto ha superato la prova del tempo ed è ancora un oggetto di grande fascino e sensualità. Nato nel XVI secolo da Caterina de Medici e divenuto subito popolare tra le dame di corte in Francia, è stato progettato per esaltare le curve del seno e il vitino da vespa, come richiesto dai canoni estetici dell’epoca. Vediamo dunque alcuni consigli per acquistare un bustino che risalti al meglio le forme del corpo femminile, tenendo presenti il valore della qualità del materiale e una non scontata comodità.

Come scegliere il bustino perfetto

Per prima cosa, bisogna decidere che tipologia di stecche vogliamo per il nostro bustino. Attualmente è possibile trovare corsetti con stecche in plastica o in metallo. La versione in plastica, è sicuramente la più economica: si può infatti acquistare un bustino di questo tipo anche a 15 €. Per contro, questi corsetti non sono adatti come intimo modellante e se si ha un seno prosperoso, potrebbe risultare piuttosto scomodo dal momento che non offre adeguato supporto.

I modelli con stecche in acciaio hanno il vantaggio di essere più confortevoli e resistenti di quelli in plastica e possono essere utilizzati per restringere il girovita. Tuttavia, questo maggior beneficio comporta un costo più elevato del bustino, che si aggira tra i 15 € e 40 €, per le versione confezionate, ma sale a 100-200 € per modelli su misura.

A questo punto, un’altra importante considerazione riguarda la lunghezza del corsetto. Si può optare per un bustino che copra sia seno che busto o per la tipologia che parte al di sotto del seno. La differenza sta soprattutto nella resa sotto i vestiti: per un effetto più discreto, il corsetto sottoseno è la scelta ideale, che permetterà anche più facilmente di abbinare slip o perizoma senza particolari accorgimenti nella forma e nel taglio.

Nel caso si voglia acquistare un bustino completo, è indispensabile misurare correttamente sia il girovita che la circonferenza del seno. Si consiglia di utilizzare un metro da sarto per assicurarsi che la taglia calzi a pennello, soprattutto in caso di acquisti online.

La fattura del tessuto non può essere trascurata. Le varianti presenti sul mercato comprendono il satin, per un corsetto molto lucente; il taffettà, per un risultato più sobrio; il broccato, che impreziosisce il bustino; e il PVC, per serate intime spregiudicate.

Infine la chiusura del corsetto può avere diversi stili: oltre alla comoda e classica cerniera, vi sono chiusure a ganci e occhielli e le stringhe sul retro, entrambe esteticamente fantastiche e sexy ma poco pratiche.

Inviaci le tue impressioni - si apre in una nuova finestra o scheda