Make up del viso: la base

Per realizzare un make-up a regola d’arte non bisogna sottovalutare l’importanze di una base uniforme e delle giuste cromie: oltre ad esaltare i lineamenti e a dare colore alle palpebre e alle labbra, il trucco serve anche a minimizzare eventuali difetti della pelle (come brufoli, rughette e punti neri) e a uniformare l’incarnato in caso di rossore oppure occhiaie viola-bluastre. A questo scopo esistono una serie di prodotti per il trucco del visoappositi, quali primer, fondotinta, correttori e BB cream, da utilizzare in sequenza per ottenere l’effetto desiderato. Il correttore, in particolare, si applica in genere prima del fondotinta e serve a “correggere” piccole imperfezioni localizzate. Per questo motivo, va applicato solo sulla zona da trattare e non sull’intero viso come avviene invece per primer e fondotinta. Esistono tantissimi prodotti dalle varie formulazioni e colorazioni, specifici per ogni tipo di pelle e adatti a mascherare determinati tipi di imperfezioni.

Come scegliere il correttore

La scelta del correttore, così come di qualsiasi altro prodotto per il trucco o per la cura del corpo, non va presa alla leggera: è bene evitare di scegliere il primo prodotto a basso costo in cui ci si imbatte (ne esistono a partire da 1 €) e preferire prodotti di qualità; la vasta scelta di brand e linee cosmetiche appartenenti alle varie fasce di prezzo consentiranno a tutti di acquistare prodotti adatti a ciascuna esigenza senza rinunciare alla sicurezza. Una volta selezionato il brand di fiducia, bisognerà scegliere formulazione e tonalità in base all’effetto desiderato. I correttori in cremasono in genere molto coprenti, perfetti per imperfezioni più evidenti e per mascherare le rughette sotto gli occhi; è bene tuttavia scegliere prodotti facili da stendere e sfumare per evitare accumuli di trucco sulle zone da minimizzare. Chi preferisce una formulazione più leggera potrà optare per un correttore liquido, mentre per chi ha la pelle grassa è consigliabile un correttore in polvere, magari arricchito con minerali.

Tonalità

Quanto alla scelta del colore, per chi vuole ottenere risultati ottimali è bene conoscere la teoria dei colori complementari: due colori complementari si annullano se sovrapposti. In base a questa teoria, per neutralizzare gli arrossamenti dovuti all’acne è necessario un correttore di colore verde, mentre per le occhiaie blu e violacee si utilizzerà un correttore rispettivamente arancio e giallo. Così, un correttore viola è perfetto per neutralizzare le tonalità giallastre di una carnagione olivastra, mentre un correttore rosa è ideale per eliminare il grigiore di un incarnato spento. Piuttosto che acquistare una serie di correttori con colorazione differente per i vari scopi, è possibile procurarsi anche palette di correttori complete per ogni esigenza, con prezzi che possono superare in alcuni casi i 100 €.

Inviaci le tue impressioni - si apre in una nuova finestra o scheda