La cornetta, antenato della tromba

La cornetta è un ottone parente stretto della tromba, la cui invenzione risale agli anni intorno al 1920. La tecnica per suonare i due strumenti è molto simile e, se sono entrambe nella stessa chiave (per esempio in si bemolle, SIb) producono la stessa tonalità. In ogni caso, cornetta e tromba sono molto diverse dal punto di vista timbrico, per cui non sono totalmente intercambiabili.I due strumenti hanno la stessa lunghezza, ma la particolare forma della cornetta (con corpo conico) produce un suono più morbido e caldo rispetto a quello della tromba, che risulta più acuto.In una banda di ottoni, la cornetta occupa il posto della voce soprano principale. Il suo ruolo è simile a quella del violino in un’orchestra sinfonica.Essendo più piccola e compatta rispetto alla tromba, la cornetta risulta più facile da maneggiare e per questo è preferita da chi inizia a suonare uno strumento a fiato o da giovanissimi musicisti. Contribuiscono a questa preferenza anche i prezzi, più contenuti rispetto a quelli della tromba: una cornetta da studio può costare meno di 200 €. Se si vuole acquistare uno strumento di qualità più alta contenendo la spesa, si può scegliere di comprare una cornetta usata. Il consiglio è quello di controllare bene le condizioni dello strumento, verificando soprattutto che il corpo non sia ammaccato o graffiato.In ogni caso, considerando le caratteristiche peculiari di entrambi gli strumenti, la scelta dipende soprattutto dal gusto personale del musicista. Se si preferiscono le melodie e i pezzi suonati da un’orchestra jazz allora lo strumento giusto sarà la tromba. Ma se si prediligono le tonalità di una più tradizionale banda di ottoni, allora sarà meglio scegliere la cornetta. 

Suonatori celebri di cornetta: Louis Armstrong

Louis Armstrong è forse il musicista jazz più noto, colui che Duke Ellington definì “Mr Jazz”. Oltre a essere un eccezionale suonatore di tromba, Armstrong era prima di tutto un cornettista. Acquistò la sua prima cornetta a soli 15 anni in un banco di pegni di New Orleans. Prima come cornettista e poi come trombettista, Louis Armstrong inventò l’improvvisazione, diventata poi una caratteristica peculiare della musica jazz. Ma la cornetta determinò il suo successo anche in altri modi: ancora ragazzino, sempre a New Orleans incontrò Joe “King” Oliver, considerato il miglior cornettista della città e leader di una band eccezionale. Come altri musicisti, egli assunse un ruolo quasi paterno nella vita di Armstrong, lasciando una profonda impronta nella sua carriera.
 

Inviaci le tue impressioni - si apre in una nuova finestra o scheda