La scheda video: un computer nel computer

Le videogiochi, la scheda video esegue miliardi di operazioni ogni secondo e un sovraccarico di lavoro può portarla al surriscaldamento.

Questo può causare un rallentamento e quindi un calo delle prestazioni, oppure, nei casi estremi, un blocco o addirittura il danneggiamento dei componenti. È quindi necessario mantenere sotto controllo la temperatura attraverso degli appositi sistemi di raffreddamento.

Come controllare la temperatura

Il più comune mezzo a disposizione per raffreddare la scheda video è l’aria: in commercio esistono molte schede Nvidia.

Prima dell’acquisto bisogna quindi verificare che il prodotto selezionato sia perfettamente compatibile con il proprio sistema e prestare attenzione agli ingombri, oltre che alla tensione di alimentazione e al tipo di connettore.

L’ultimo aspetto di cui tenere conto è la rumorosità: una ventola rumorosa potrebbe rendere meno piacevole l’esperienza di guardare un film o giocare a un videogame.

Integrare la ventola con un sistema combinato si può anche spendere meno di 5 €.

Per schede con un overclock spinto si può anche ricorrere a un sistema di raffreddamento a liquido. Per questa soluzione i prezzi sono decisamente maggiori (anche oltre gli 800 €) ma le prestazioni rispetto al raffreddamento ad aria sono più elevate.