Componenti per impianti Hi-Fi per la casa: di cosa si tratta

Un impianto Hi-Fi è un impianto High-Fidelity: un’alta fedeltà che riguarda la riproduzione dei suoni.

Tutte le componenti per impianti Hi-Fi per la casa collaborano affinché la musica riprodotta sia il più vicino possibile a un concerto dal vivo, grazie alla capacità del cervello umano di ricostruire degli avvenimenti reali grazie alla riproduzione fittizia della realtà.

Soprattutto a partire dagli anni ‘70, si è diffusa una notevole attenzione verso la qualità degli impianti Hi-Fi e, con il coincidente sviluppo tecnologico, si è oggi arrivati ad impianti di alto livello, seppur destinati all’uso domestico.

Le componenti essenziali per un impianto casalingo sono gli amplificatori, i diffusori acustici e lettori e masterizzatori CD.

Gli elementi da considerare nella scelta

Negli ultimi anni la disponibilità di musica liquida si è moltiplicata grazie alle numerose app, anche gratuite, a disposizione.

Certo è, però, che un’apparecchiatura professionale e specifica fa la differenza, ecco perché la qualità della musica diffusa tra le mura domestiche da un impianto Hi-Fi ad hoc è nettamente superiore.

Di predominante importanza è la disposizione degli elementi che costituiscono gli impianti audio e Hi-Fi per la casa.

Una disposizione ideale sarebbe quella all’interno di una stanza rettangolare, posizionando casse e diffusori in corrispondenza delle pareti più corte.

Inoltre, la stanza non deve essere troppo scarna (altrimenti il suono rimbomberebbe) né troppo piena di oggetti: le vibrazioni accanto alle casse potrebbero diventare forte elemento di disturbo.

Un altro suggerimento è quello di non poggiare casse e diffusori al muro, in quanto il rimbombo derivante sarebbe controproducente alla limpidità del suono.

Componenti per impianti Hi-Fi per la casa: scelte d’acquisto

Diverse possono essere le opzioni per la composizione di un impianto Hi-Fi.

Certamente, un criterio di valutazione importante è il budget. Se la cifra a disposizione è contenuta, si potrà comunque acquistare un dignitoso impianto Hi-Fi completo a partire da 600 €, se si punta su qualcosa di più professionale, si arriva a 1.000 € per salire in base ai marchi presi in considerazione.

L’opzione più economica prevede un impianto micro Hi-Fi “all-in-one” comprensivo di articoli integrati che, pur peccando leggermente per quanto concerne la qualità degli audiofili, sono compatti e molto gradevoli a livello estetico.

Impianti per i più esigenti, poi, sono costituiti da sistemi componibili, i cui elementi (lettori CD, amplificatori, diffusori) sono separati.

Abbinamento di alta classe è quello del giradischi: si unisce così il vintage del vinile alle nuove tecnologie.

Inviaci le tue impressioni - si apre in una nuova finestra o scheda