Componentistica elettronica: per collezionisti, modellisti e appassionati del fai-da-te.

Fra i numerosi vantaggi apportati dall’avvento di Internet, si annovera senz’altro la facilità di trovare informazioni e condividere progetti con persone in tutto il mondo che condividono la stessa passione.

Tecniche, istruzioni e risultati ottenuti vengono diffusi online, messi a disposizione di chiunque. Per chi coltiva un hobby, la possibilità di avere accesso a simili miniere d’oro è impagabile. Ecco dunque che anche una branca ostica e decisamente di nicchia come l’elettronica trova una nuova diffusione e può dare molte soddisfazioni anche a chi, nella vita di tutti i giorni, si occupa di tutt’altro e magari si è avvicinato da poco a una materia che fino a pochi decenni fa era solo per esperti.

Elementi attivi e passivi: differenze e applicazioni

L’elettronica è la scienza che studia il passaggio degli elettroni e ne sfrutta le applicazioni pratiche, attraverso la tecnologia. Un componente elettronico è perciò un dispositivo capace di regolare il passaggio di corrente. Viene definito “attivo” quello in cui il passaggio di corrente non è lineare, ovvero l’energia elettrica in uscita è maggiore di quella in entrata. Un esempio è il transistor: nato per migliorare le comunicazioni attraverso l’oceano Atlantico, permette di amplificare il segnale in ingresso o di annullarlo. Nella veste di interruttore, assumendo il valore “0” o “1” è alla base dei moderni circuiti elettronici digitali. Un componente elettronico passivo, invece, non è in grado di erogare più energia di quanta gliene sia stata fornita; di questo tipo sono gli induttori, i condensatori e i resistori.

I negozi di componenti elettronici verranno in aiuto in innumerevoli applicazioni. Nel modellismo, e in particolare nel ferromodellismo, l’utilizzo e la costruzione di circuiti elettrici o elettronici è essenziale per fornire energia, e quindi aggiungere il movimento ai propri modelli. Nella robotica, sia che si tratti di costruire da zero un proprio robot, sia di riparare o aggiungere funzioni a prodotti già esistenti, la grande offerta di componenti elettronici in vendita permette di realizzare qualunque progetto. Nel cosplay, l’utilizzo di un motore Arduino permetterà di aprire un elmo con la semplice pressione di un pulsante, e l’inserimento di un circuito elettrico consentirà di illuminare, tramite luci a LED, armi e armature. I collezionisti di oggetti elettronici vintage, come radio d’epoca e grammofoni, possono acquistare ricambi e accessori per articoli audio e video, o oggetti non funzionanti da utilizzare come parti di ricambio.

Il costo di componenti elettronici attivi parte da 0,01 € per un semplice diodo, a oltre 20.000 € per interi stock di semiconduttori. Nel caso il progetto fai da te sia particolarmente ambizioso, anche per i ricambi elettronici è possibile rivolgersi al mercato dell’usato o agli articoli ricondizionati.

Inviaci le tue impressioni - si apre in una nuova finestra o scheda