Le mini-moto: potenza e divertimento in formato ridotto

Le mini-moto sono a tutti gli effetti delle moto in miniatura, di cui mantengono l’aspetto fin nei minimi dettagli. Sono amate da tutte le fasce d’età: spesso sono un divertimento per i padri ma lo sono anche per i bambini, che le possono guidare grazie alla velocità ridotta rispetto alle moto di grandezza normale, ovviamente rispettando norme e dotazioni di sicurezza.

Sono nate in Italia alla fine degli anni ’80 a opera dell’azienda Vittorazzi; da allora hanno riscosso un successo sempre crescente, tanto che sono stati istituiti campionati in cui si gareggia con questi mezzi. A oggi, oltre alle mini-moto classiche, si producono anche le cosiddette “pit bike”, che sono un pochino più grandi e hanno delle caratteristiche tecniche, soprattutto per freni e frizione, più simili a una motocicletta di dimensioni standard.

Come sono fatte le mini-moto?

Questo particolare tipo di veicolo ha una dimensione di circa un metro di lunghezza per 60 cm di altezza. Il motore è solitamente da 40 cc o 50 cc e garantisce una velocità fino ai 100 km/h; è a due tempi ed è alimentato da miscela, cioè un mix di olio e benzina.

Per mantenere la mini-moto sempre alla massima efficienza, è necessario prestarle le dovute cure e, se necessario, sostituire periodicamente con dei ricambi i pezzi che, nel tempo, vanno incontro a usura. Devono essere controllati regolarmente i freni, la frizione, la forcella e, naturalmente, gli pneumatici. Al momento dell’acquisto, le candele sono bianche; se il motore sta funzionando correttamente, col tempo diventano ambrate; quando invece sono grigie significa che c’è qualche problema, e vanno sostituite. Tra gli altri ricambi per mini-moto vanno menzionati i filtri per l’aria che va al carburatore: devono sempre essere tenuti puliti ed è necessario sostituirli quando ormai non svolgono più bene il loro compito.

Pezzi di ricambio per mini-moto

Non è solo l’uso che mina il perfetto funzionamento di una mini-moto; talvolta, purtroppo, può capitare di incorrere in una caduta o in un incidente. In tal caso, prima di decidere di rottamare il mezzo e acquistarne un altro, si possono verificare i costi dei pezzi di ricambio. In caso di incidente carena, sella e parafanghi sono le prime parti che si danneggiano; le carenature nuove costano sui 150 €, mentre un lotto di fianchetti parafango posteriori e portanumero si trova a circa 20 €; una sella in neoprene ha un costo intorno ai 10 €.

Per quanto riguarda gli pneumatici, un set di due gomme per pit bike costa sui 60 €. Tra gli altri accessori per mini-moto, i poggiapiedi hanno un prezzo di circa 10 €.

Inviaci le tue impressioni - si apre in una nuova finestra o scheda