Le prolunghe elettriche per usi vari

Ogni giorno utilizziamo in casa cavi elettrici per alimentare piccoli e grandi elettrodomestici, dispositivi audio e video o computer, per ricaricare le batterie di telefonini, tablet e quant’altro. Spesso, però, le prese non sono dove vorremmo che fossero, quindi diventa necessario attrezzarci di prolunghe per poter utilizzare comodamente l’oggetto elettronico in questione. Possiamo trovarne in commercio di diverse lunghezze, da 5 m a oltre 50 m. I prodotti più completi e più lunghi sono dotati di avvolgicavo e di ciabatta multipresa. Le prolunghe possono avere il connettore lineare, diffuso soprattutto in Italia, oppure la spina schuko, quella più frequente nei piccoli e grandi elettrodomestici. A seconda della tipologia, i costi vanno da circa 3 € a oltre 150 €.

Cavi per articoli audio e video

I dispositivi multimediali più diffusi nelle case sono la TV, il lettore DVD, lo stereo. Ognuno di essi è alimentato a corrente, tramite uno specifico cavo di alimentazione che di solito è fornito in dotazione con il dispositivo, ma con il tempo può deteriorarsi o venire perso, per cui diventa necessario comprarne uno nuovo. I cavi possono essere di diverso tipo e voltaggio, quindi, prima di procedere all’acquisto, bisogna verificarne la compatibilità.

Materiali elettrici per il fai da te

Chi è in grado di eseguire piccoli lavori di manutenzione elettrica ha spesso bisogno di comprare cavi, connettori e altri accessori. Il cavo può essere unipolare o multipolare, chiamato così perché contiene più fili conduttori che ne costituiscono l’anima e ne determinano la potenza. Di solito, l’interno è in rame, mentre la guaina esterna può essere in plastica o gomma. La resistenza di questi materiali alle intemperie determina se il prodotto può essere utilizzato anche all’esterno o meno. Lo spessore del cavo si misura in millimetri quadrati: quello più diffuso negli impianti elettrici domestici è di 2,5 mmq, a eccezione degli elettrodomestici con maggior carico, quali frigoriferi, forni e impianti di condizionamento, i cui cavi comunque non superano i 4 mmq. Lo spessore è un parametro molto importante, perché deve essere compatibile con il connettore e con l’oggetto su cui viene applicato, in quanto le fessure in cui si inseriscono i cavi non sono tutte uguali. La lunghezza può variare da 10 cm a 100 m: trattandosi di cavi che possono essere tagliati a misura con forbici da elettricista, conviene sempre acquistarne uno più lungo, se si prevedono diversi interventi elettrici. I prezzi vanno da 1 €/metro lineare a oltre 5.000 € per un multipolare schermato di 100 m. Oltre ai cavi, sarà necessario acquistare il connettore giusto e altre minuterie per l’assemblaggio.

Inviaci le tue impressioni - si apre in una nuova finestra o scheda