Cavalletti per officine

Lavorare in officina richiede di avere a disposizione un’attrezzatura adeguata, che comprenda una grande quantità di attrezzi. Tra questi i più importanti sono i cavalletti per auto, le pressee i sollevatori, disponibili in molte versioni e che fanno riferimento a diversi marchi, tra i più apprezzati sul mercato. Per il lavoro in officina ci sono anche tantissimi altri equipaggiamenti.

Tipi e caratteristiche dei cavalletti per officina

Prima di procedere con l’acquisto di un cavalletto per officina, ci sono alcuni aspetti da analizzare, per fare la scelta migliore possibile. Ma ancora, prima di occuparci di queste, è necessario fare una distinzione tra i vari tipi di sollevatori che si possono trovare in commercio. Ci sono infatti dei cric che funzionano con un meccanismo idraulico su rotelle ed altri che sfruttano un meccanismo a bottiglia. Questi due tipi di cavalletto sono diversi tra di loro ed il secondo è quello che permette di sollevare pesi maggiori, fino a 50 tonnellate. La portata è infatti una delle caratteristiche più importanti da valutare nella scelta di un sollevatore. Ci sono poi i modelli da fossa e quelli meccanici. Questa ultima versione è quella più diffusa, che però può essere usata solo con carichi non troppo massicci. Ci sono poi delle tipologie di cavalletto da usare specificatamente con moto, bici e quad.

Come funzionano i cavalletti

La tipologia di cavalletto che viene usata maggiormente nelle officine è quella meccanica il cui funzionamento è molto semplice. Basta infatti girare una manovella, che a sua volta attiva una vite senza fine, per poter alzare il peso. Se ne possono trovare di varie marche, le più diffuse e apprezzate, sono la Good Year, la Bahco, la Sealeye la Draper e la Silverline.

Il costo di un cavalletto per officina

Una volta che si è deciso che tipo di cavalletto acquistare, in base alle sue caratteristiche, è arrivato il momento di saperne di più sul prezzo. Si tratta infatti di prodotti che devono essere molto funzionali e duraturi, quindi è opportuno sceglierli con cura e non affidarsi ad un prodotto, solo perché ha un costo più basso. Acquistando un prodotto usato sarà possibile avere un modello di qualità, che sarebbe difficile comprare a prezzo pieno. Per i cavalletti nuovi le cifre sono molto varie e si va da una spesa minima di circa 80 €, per i modelli a sollevamento idraulico o a pedale, per salire oltre 200 € per quelli a doppio pistone.