Cavalletti alza ruota per moto

La manutenzione e l’alloggiamento in garage di una moto, specialmente quelle da competizione, richiedono l’utilizzo di un cavalletto apposito per essere sollevate.

Ben diversi da quelli delle moto omologate per circolare in strada, questi cavalletti possono essere suddivisi in base alla parte del veicolo alla quale si agganciano. Ne esistono di frontali, centrali e posteriori. Il modello della moto fa la differenza nella scelta del cavalletto così come le preferenze personali.

Tipologie

Le moto da cross ed enduro si prestano all’utilizzo di un cavalletto centrale, dotato di una superficie piana e spesso di un’apposita manovella per variare l’altezza. Questi sono più adatti alle moto da fuoristrada perché più leggere delle moto da corsa e spostate con più facilità. Stesso discorso per le moto da trial, anch’esse adatte al tipo centrale. È possibile trovarne in offerta a poco più di 30 €, anche se i modelli dei marchi più famosi vengono venduti a prezzi superiori.

Per le moto da corsa, le naked (cioè senza carene) e per altri tipi di moto, il cavalletto posteriore è spesso l’unico necessario, specie se non si intende smontare le ruote o lavorare sull’avantreno.

Questo tipo di cavalletto moto si aggancia al forcellone posteriore in pochi secondi e, se utilizzato insieme a uno frontale, assicura la massima stabilità del veicolo. Alcuni modelli sono universali, con dei perni a forchetta regolabili, ma ne esistono di adatti alle moto più diffuse. Un tipo universale può costare meno di 30 € online e poco più di 50 € in coppia con un cavalletto anteriore.

Il materiale più comune utilizzato per i cavalletti da moto è il ferro trattato, ma ne esistono anche in lega di alluminio, mentre il peso che riescono a reggere, diverso da modello a modello, varia da 250 fino a più di 400 kg.

Biketek, marchio noto per la produzione di accessori per moto, è presente in questo settore con prodotti largamente apprezzati, massima attenzione nei dettagli e nella scelta dei materiali, ma prezzi superiori rispetto alla media. Un cavalletto posteriore BikeTek può anche avere un prezzo di quasi 200 €, a meno che non si trovi una buona offerta per un usato.

Quasi tutti i cavalletti posteriori richiedono l’utilizzo di supporti, chiamati nottolini, da agganciare sul forcellone della moto. Ogni moto richiede i nottolini adeguati, quindi bisogna conoscere bene le caratteristiche del mezzo prima di acquistarli. I modelli in ergal sono i più comuni e il loro prezzo può variare da 10 € a 300 €.

Inviaci le tue impressioni - si apre in una nuova finestra o scheda