Catene e pignoni per moto: due parti fondamentali della trasmissione

Catena e pignone sono la soluzione classica per la trasmissione dell’energia del motore alla ruota posteriore delle motociclette. Costituiscono un'alternativa sempre valida alla più moderna trasmissione cardanica, realizzata attraverso gli appositi alberi di trasmissione per moto.

Essendo la catena una componente meccanica sottoposta a forte usura, deve essere necessariamente sostituita ogni 30.000 km circa. L’operazione può essere effettuata anche da soli, utilizzando degli appositi kit.

Il prezzo varia da circa 50 € a oltre 250 € per i kit (che comprendono anche il pignone, anteriore o posteriore a seconda dei casi); la catena singola parte da meno di 2 € per giunto per arrivare a oltre 200 € per il pezzo completo, mentre i pignoni hanno prezzi da circa 4 € a oltre 100 € .

Catene e pignoni si possono trovare anche usati o ricostruiti, una scelta obbligata per chi possiede una moto d’epoca e cerca ricambi possibilmente originali.

I vantaggi della trasmissione a catena

Quali sono i vantaggi di questo tipo di trasmissione rispetto a quella cardanica? Se da un lato l’albero di trasmissione richiede meno manutenzione ed è soggetto a minor logorio, la catena resta una soluzione obbligata per le motociclette ad alta prestazione, dove limitare il peso è fondamentale.

La catena è inoltre più elastica. Il cardano, invece, tende in certi casi a trasmettere il moto in maniera brusca, causando il caratteristico comportamento “scorbutico” della motocicletta.

La conclusione è che il cardano è più indicato per le motociclette da gran turismo che devono fare molti chilometri, come la BMW, mentre la catena è ideale per le moto dalle prestazioni più elevate (moto cross, enduro).

Le altre componenti della trasmissione a catena e la manutenzione

Gli accessori più utili in questo tipo di trasmissione sono i paracatene per moto, che servono a proteggere la catena dallo sporco e dal fango, come pure a ridurne l’usura e a evitare spruzzi di grasso mentre la moto è in movimento.

Fondamentale invece la corona, la ruota dentata posteriore che riceve il moto e lo trasmette alla ruota posteriore. Viene in genere fornita nei kit di ricambio completi insieme al pignone (che viene invece collegato all'albero motore) e alla catena stessa.

Non va infine dimenticato che la catena va tenuta costantemente pulita. A tale scopo, esistono sul mercato appositi prodotti, studiati in modo da non rovinarne i delicati anelli; in alternativa, si può utilizzare del tradizionale petrolio bianco.

Infine, una volta effettuata la pulizia, la catena andrà ingrassata, utilizzando le comode confezioni di grasso spray disponibili in commercio.

Inviaci le tue impressioni - si apre in una nuova finestra o scheda