ADF

Milioni di persone ogni giorno utilizzano, in casa come a lavoro, una stampante, un fax o uno scanner in cui si trova un ADF, acronimo di Automatic Document Feeder, di cui magari ignorano lo scopo.

Si tratta di un alimentatore che rende possibile fotocopiare decine e decine di fogli al minuto senza richiedere l’intervento manuale per ogni singolo foglio.

Nelle stampanti si trova quasi sempre posizionato sulla sommità, con un vassoio che indica il posizionamento dei fogli che andrà poi a inserire meccanicamente all’interno.

Ciò che distingue i feeder sono prima di tutto due fattori fondamentali: il numero di fogli che possono ospitare e la velocità di pagine che riescono a lavorare ogni minuto, espressa in ppm (page per minute). Un ADF scansiona, di solito, da 100 a 200 pagine al minuto, ma alcuni dispositivi più piccoli o meno recenti hanno un limite di 50 o 20 pagine per minuto.

DADF o RADF

Due tipologie di ADF differenti per modo di lavoro, dato che quelli di base scansionano ogni foglio da un singolo lato. Il DADF si rende indispensabile perché scansiona subito entrambi i lati di un foglio, mentre un RADF scansiona un singolo lato per poi girare il foglio ed eseguire una nuova scansione per l’altro lato. La prima tipologia consente, però, di risparmiare tempo e semplifica il lavoro.

Quando serve un nuovo ADF

La maggior parte delle stampanti professionali più recenti possiede un alimentatore automatico di documenti già di serie, ma i modelli più datati lo possiedono ancora come dispositivo non integrato. In casi di rottura o malfunzionamenti che impediscono di rimetterlo a nuovo, bisogna acquistare un ricambio per stampante o scanner, nuovo oppure usato.

Si punterà quindi al ricambio originale proposto dallo stesso produttore della stampante.

Una manutenzione e una pulizia costante del feeder possono evitare l’insorgenza di guasti e problemi di scansione; basta un panno asciutto passato sui rulli che si trovano aprendo il coperchio superiore.

Nel caso in cui una pulizia dei rulli non fosse sufficiente a ripristinare il loro corretto funzionamento, si può procedere alla sostituzione con una spesa variabile, generalmente non superiore a 20 € per due coppie.

Anche il cassetto per la carta può guastarsi a causa dell’usura e dell’uso.

Un nuovo cassetto da 250 fogli per la stampante laser monocromatica Epson WF AL-M300 costa circa 60 €, mentre per una Lexmark a laser serie T il cassetto da 500 fogli si aggira intorno ai 15 €.

Inviaci le tue impressioni - si apre in una nuova finestra o scheda