Sponsored

Elettronica a portata di click

Leader nella sorveglianza

Acquista

Casseforti: una scelta che può garantire tranquillità
Ognuno di noi ha qualcosa da custodire. Non solo contanti o documenti, ma anche oggetti di valore spesso più affettivo che commerciale: i ricordi di famiglia, i gioielli della nonna, i regali ricevuti in occasione di battesimi o comunioni. Oppure oggetti che preferiamo non lasciare in giro o che richiedono cautele particolari, effetti che vogliamo avere a portata di mano e non riposti in una cassetta di sicurezza in banca. La soluzione più semplice per dormire sonni tranquilli è quella di dotarsi di una cassaforte domestica e di un buon sistema antifurto.
Sul mercato vi sono casseforti di varie fasce di prezzo, a partire da circa 25 € per i modelli più piccoli e semplici, per salire anche a oltre i 1.000 €  per le casseforti-armadi e quelle più particolari. Si trovano spesso buone occasioni nel mercato dell’usato.

Cassaforte a muro o mobile?
Prima di scegliere, occorre innanzitutto valutare la misura che serve, considerando bene cosa si dovrà custodire. Esistono anche modelli specifici per forma e dimensione: la cassaforte per fucili, per esempio, concepita appositamente per oggetti di forma allungata.
Una volta individuate le dimensioni, è il momento di scegliere la tipologia: cassaforte a muro oppure mobile. La prima, più sicura, richiede lavori di muratura e spazi adeguati. La cassaforte viene installata in un vano ricavato nella parete (o nel pavimento). Per gli amanti del fai da te, è possibile sistemare e murare la cassaforte con attrezzi di ferramenta facilmente acquistabili. Ma occorre fare in modo che gli ancoraggi siano molto resistenti.
Se le opere murarie fossero troppo onerose, l’alternativa potrebbe essere la cassaforte mobile. Alcuni modelli prevedono l’installazione con tasselli all’interno di armadi. Tuttavia l’offerta di casseforti mobili presenta anche soluzioni fantasiose e poco impegnative: libri cassaforte, cassette di sicurezza, custodie a combinazione, cassette portavalori e così via.
La seconda variabile è il meccanismo di apertura. Vi sono casseforti con serrature meccaniche a chiave o con combinazione, o con chiave-combinazione assieme. La serratura può anche essere elettronica, con o senza chiave di sicurezza (da usare se si dimentica la sequenza numerica). Una buona cassaforte deve essere resistente a tentativi di effrazione (punte di trapano e martelli) antiurto, anti-sfondamento, ignifuga e resistente all’acqua.
I marchi tra cui scegliere sono veramente tanti: Lock & Lock e Silverline, con produzione orientata anche alle piccole dimensioni; Relaxdays, specializzata in  libri cassaforte. È possibile optare per una cassaforte Domus, Cisa, Juwel e molte altre, magari cercando online i consigli e le specifiche che si adattano alle nostre esigenze, oppure ricorrendo ai video esplicativi di Youtube.