Case di bambole: più di semplici giocattoli ma veri oggetti da esposizione

Navigando su internet si incontrano numerosi blog e forum dedicati ad appassionati e collezionisti di case delle bambole.Queste case oltre ad essere dei bellissimi giocattoli per bambini, sono da considerarsi dei veri e propri complementi d’arredamento, un hobby che appassiona migliaia di collezionisti in tutto il mondo. Di per sé una casa delle bambole è un giocattolo che riproduce nei minimi particolari un'abitazione in miniatura. Per poter giocare e allestire gli spazi interni è di solito aperta su una o più pareti. La scala più utilizzata per realizzare queste case è la 1:12. Una scala piuttosto inconsueta ma giustificata dalla misurazione utilizzata nei paesi anglosassoni, dove al posto dei centimetri l’unità di misura sono i piedi ed i pollici e dove 1 piede equivale a 12 pollici, la scala usata in queste costruzioni.Le prime antenate delle case di bambole moderne risalgono ai tempi degli antichi greci e romani, ma la loro vera e propria affermazione si raggiunse solo nella metà del XVI secolo in Germania, quando il duca Alberto V di Baviera ordinò una copia in miniatura della propria corte. Da quel momento quasi tutte le famiglie nobili dell’epoca ne ripresero l’idea e fecero riprodurre le loro case, facendo divenire queste miniature vere e proprie opere d’arte con una funzione di rappresentanza. Una riproduzione in serie delle case di bambole ebbe inizio solo a partire dalla seconda metà del XIX secolo, quando le famiglie più abbienti iniziarono ad utilizzare questi giocattoli per educare i propri figli alla vita dell’alta società. Attraverso il gioco ed attività più strutturate, i bambini simulavano gesti di vita quotidiana e sperimentavano i ruoli che avrebbero ricoperto nella società, dando a questo gioco una funzione prettamente pedagogica ed istruttiva. 

Giocattoli o oggetti da collezione?

Ciò che differenzia le classiche case delle bambole pensate per i bambini dai modelli per i collezionisti è la scelta dei materiali. Solitamente le case per bambole giocattolo sono per lo più realizzate in plastica mentre il materiale preferito dai collezionisti è il legno, preferibilmente lavorato a mano con tecniche artigianali di pregio. In commercio è possibile trovare diversi tipi di prodotti pensati per tutti coloro che amano creare e decorare, con arredamenti e miniature, la propria casa delle bambole. I marchi specializzati nella produzione di case delle bambole sono: Bodo Hennig, Kidkraft e Mattel, i cui prezzi partono da 21 € per una casa usata ma in discrete condizioni e realizzata in legno, fino a raggiungere gli oltre 6.000 € per una casa in legno realizzata a mano in stile Tudor, un pezzo destinato al mercato dei collezionisti e amanti del genere.
 

Inviaci le tue impressioni - si apre in una nuova finestra o scheda