Case di bambole e miniature: un mondo a misura dei sogni

Quante bambine hanno passato ore a sognare e fantasticare col viso immerso nelle minuscole stanze di dimore principesche, finemente arredate con arazzi e moquette raffinate, o di mini loft ultra moderni dotati di tutti i comfort! Quella delle case in miniatura è una tradizione che risale al XVII secolo, quando le classi aristocratiche e alto-borghesi del Nord Europa erano soliti far riprodurre in miniatura le loro ricche dimore, tanto come diletto delle più piccole quanto delle loro madri. La maestria artigianale con cui queste case venivano costruite e arredate le rese particolarmente pregiate e spesso pezzi da collezione, tanto che gli esemplari più raffinati sono stati oggetto di interesse di collezionisti facoltosi finendo per decorare importanti palazzi o venendo esposte all’interno dei musei. Celebre la Queen Mary’s Dolls’ House che re Giorgio V fece costruire per la consorte, tra il 1921 e il 1924, dall’architetto Sir Edwin Lutyens. L’imponente casa di bambola si trova oggi nel castello di Windsor, riproducendo nei minimi dettagli una dimora aristocratica, con tanto di stanze della servitù e saloni di ricevimento. La biblioteca contiene riproduzioni accurate dei libri tanto nelle copertine quanto nel contenuto, così come assolutamente fedeli sono anche le opere pittoriche che decorano le pareti delle sontuose stanze.

Riproduzioni di oggetti d’uso quotidiano sono attestate fin dalla preistoria. Comuni nelle tombe greche le miniature di vasellame da tavola, sepolte insieme al defunto con funzione rituale insieme a piccole statuine fittili di animali. La stessa bambola, come fantoccio, è presente fin dalle epoche più remote della storia dell’uomo, dapprima anch’essa in ambito sacro-rituale e poi come “giocattolo”.

Arredamento e accessori

I pezzi d’arredamento disponibili per le case in miniatura sono infiniti, riproducendo qualsiasi complemento, utensile e accessorio, moderno e antico e in qualsiasi stile. Dai mobili per il bagno a quelli per la cucina, dagli articoli da giardino ai caminetti, tutte realizzato con la massima cura del dettaglio. Oltre alle case già preconfezionate, gli appassionati preferiscono spesso costruire da sé la propria casa decorandola con carta da parati da abbinare al pavimento e applicando la giusta illuminazione (funzionante) a ogni ambiente.

I prezzi variano molto in base al tipo di pezzo e alla sua fattura. Una casa delle bambole in legno d’artigianato può sfiorare i 2.000 €, ma non mancano modelli ben più costosi, con tanto di facciata e realizzati interamente a mano, che arrivano a 6.000 €. Singoli pezzi d’arredamento o miniature di cibi e altri utensili si trovano facilmente a partire da 0,50 € al pezzo, mentre i migliori affari riguardano interi lotti venduti all’interno di kit dal costo di 7-20 €.

Inviaci le tue impressioni - si apre in una nuova finestra o scheda