eBay Auto e Moto

EVENTS

Sicurezza in sella: le diverse tipologie di casco

Divenuto obbligatorio in Italia nel 2000, il casco ha segnato un giro di boa nella sicurezza su strada e nella prevenzione di incidenti potenzialmente mortali per il motociclista. Infatti, una ricerca dell’Istituto Superiore di Sanità dimostra che, dall’entrata in vigore della normativa, per le vittime di lesioni al capo si siano ridotti del 48.6% gli accessi al pronto soccorso e del 50% i ricoveri e le prognosi riservate.Con questi dati alla mano, non possiamo che riconoscere i benefici apportati dall’uso del casco; Negli anni abbiamo visto la comparsa di svariati modelli associati alla loro specifica omologazione e, perché no, a un gusto personale. Forse la tipologia più nota è quella del casco integrale. Come suggerisce il nome, questo casco protegge tutta la testa, nuca inclusa ed è caratterizzato da una visiera mobile. Tra tutte le tipologie, è quello con il più alto livello di sicurezza contro le cadute, oltre a un elevato comfort dato dal flusso d’aria regolabile grazie a delle bocchette. Gli svantaggi di questo modello sono legati alle sue dimensioni: essi sono i caschi i più pesanti e ingombranti, tanto che non è possibile riporli nel vano sottosella. È il casco standard per le gare di automobilismo e motociclismo. La sua lettera di omologazione è la P. Il secondo modello è il casco jet o aperto. In questo caso la sua configurazione prevede, al posto della mentoniera, una struttura che si allunga sui due lati a protezione delle guance. Facile da indossare e ottimo per la circolazione dell’aria, trova l’apprezzamento di chi utilizza scooter e piccoli motocicli perché si infila agilmente nel sottosella. Simile al jet, troviamo il casco demi-jet, che presenta due maggiori differenze: una lunghezza minore nella zona nucale e l’assenza di protezione sulle guance. Li si riconosce entrambi dalla lettera J sull’etichetta di omologazione.Caso particolare è quello del casco modulare. Molto simile apparenza a quello integrale, si distingue per la sua adattabilità che permette diverse configurazioni. La mentoniera, ad esempio, è removibile e questo trasforma il casco da integrale a jet. Per questa ragione, il caso modulare non possiede una sua precisa omologazione ma si avvale in etichette delle lettere degli altri modelli. 

Le marche di caschi più rinomate 

Se si sta per acquistare un casco per moto, ecco alcune marche di riferimento. Per i caschi integrali si può puntare alla FM per un prodotto economico o alla Shoei per la fascia media. Se si opta per i caschi jet una buona scelta è la Nolan. I prezzi variano a seconda della tipologia del casco e vanno da 40 € a oltre 100 €.