L’importanza della manutenzione per uno scooter

Mantenere lo scooter in buono stato è fondamentale, non solo per goderlo al meglio, ma anche per fare in modo che sia sicuro: insieme ai freni e alle ruote, è sempre bene controllare la frizione, elemento fondamentale che permette l’accensione, la guida e lo spegnimento dello scooter. La frizione di uno scooter è formata da più elementi, tutti tenuti insieme dal cosiddetto carter, che può essere acquistato nuovo o usato a prezzi che partono da 10 € e arrivano ad oltre 50 € in base a marca e tipologia.

Come si sceglie il carter per uno scooter

Come per tutti gli elementi e accessori di uno scooter, anche il carter va tenuto in buono stato per evitare problemi e va scelto in modo che si adatti precisamente al modello di scooter sul quale deve essere montato. Esistono carter senza marca oppure carter di marche specifiche perfetti per scooter di quella stessa marca tra cui Piaggio, Polini e Yamaha.

I senza marca possono richiedere qualche lavoro in più perché possono non essere pensati specificamente per lo scooter sui quali saranno montati.

Nell’acquisto del carter per il proprio scooter, vanno valutate anche la compatibilità con tutti gli altri accessori che questo dovrà contenere ovvero i cilindri, le cinghie, i dischi e i cuscinetti, tra gli altri.

Scegliere un carter troppo grande o troppo piccolo rispetto allo scooter e dunque doverlo modificare per farlo aderire bene alla superficie potrebbe voler dire perdere la compatibilità con tutti gli altri elementi.

Montare il carter della frizione

Proprio perché il carter è parte dello scooter, come la frizione può essere montato in diverse posizioni in base alla tipologia dello scooter stesso e alla guida di chi lo utilizza: a destra, a sinistra, nella parte posteriore o in quella anteriore, sono diverse le possibilità di scelta.

Se è vero che alcuni utilizzano un carter aperto, la maggior parte degli scooter utilizza dei carter frizione chiusi che possono per questo motivo essere colorati così da diventare anche dei veri e propri accessori di design per il veicolo: rossi, argentati, neri, ma anche bianchi o blu.

Come per tutti i lavori di manutenzione, anche il cambio del carter richiede esperienza e conoscenza per cui dovrebbe essere sempre affidato ad un professionista; se si opta per il fai da te, è buona norma consultare correttamente il manuale d’uso dello scooter così da lavorare seguendo le indicazioni ufficiali della casa produttrice.