Rimorchi e carrelli appendice: le differenze

Anche se possedete un’auto con bagagliaio capiente, in determinate circostanze potreste aver bisogno di maggiore spazio a disposizione. Che sia un viaggio, un trasloco, il trasporto di un’auto, una moto, una barca o attrezzi da lavoro, i carrelli appendice e i rimorchi sono la soluzione che offre lo spazio necessario. Tra i due c’è una differenza sostanziale: il carrello appendice è utilizzabile solo da una autovettura, ovvero quella a cui è stato abbinato al momento della registrazione. Sul libretto dell’auto apparirà dunque il carrello come parte integrante e la targa che sarà posta sul retro del carrello appendice sarà la stessa dell’automobile. I rimorchi, al contrario, hanno targa propria, sono utilizzabili da qualsiasi mezzo che disponga di un adeguato gancio traino, hanno un proprio libretto di circolazione e richiedono il pagamento di un bollo aggiuntivo oltre a quello dell’auto, a meno che non venga utilizzato solo per trasporto generico. Inoltre, il carrello appendice può trasportare solo bagagli e attrezzi vari, mentre il rimorchio è preposto anche al trasporto di mezzi. Entrambi vanno collaudati per verificarne le caratteristiche, che devono essere idonee al trasporto su strada. Riguardo i limiti di velocità, essendo parte integrante dell’auto, il carrello appendice è soggetto ai limiti vigenti per le autovetture; il rimorchio invece deve sottostare al limite di velocità di 80 km/h. 

Quale scegliere tra i due?

Per chi trasporta solo attrezzi da lavoro ma ha poco spazio in auto, il carrello appendice è la soluzione. Stesso discorso per chi ha uno sporadico bisogno di spazio in più, ad esempio per un trasloco o per spostare oggetti come generatori di corrente, legna, mattoni etc. Il rimorchio è indicato per chi deve trasportare go-kart, moto, barche e animali. 

Carrelli appendice

Esistono modelli di carrelli di dimensioni diverse, utili per ogni tipo di attività. Quelli più piccoli reggono solitamente fino a 300 o 500 kg, con la possibilità di aprire i lati per scaricare con facilità. Se richiesto, possono essere dotati di una copertura superiore allo scopo di proteggere il contenuto da pioggia o altri agenti esterni. Un carrello nuovo costa circa 900 €. 

Rimorchi

Il trasporto di mezzi a due ruote richiede un modello dotato di binari. I rimorchi nautici hanno dei rulli che agevolano lo spostamento del mezzo. I rimorchi da edilizia sono ribaltabili, mentre i modelli destinati all’agricoltura sono molto spesso furgonati o coperti da un apposito telone. Ogni scopo ha il suo rimorchio e le sue caratteristiche. Il prezzo? 900 € per un modello portamoto e tra 1.000 e 3.000 € per un rimorchio nautico. Bisogna tenere presente che il mercato dell’usato offre sempre rimorchi a prezzi più bassi.