Cappelli da uomo

Il cappello è probabilmente uno dei più antichi accessori da uomo. Nato per proteggere il capo dal sole e dalla pioggia, è successivamente diventato un simbolo distintivo di classe e un elemento di stile. I cappelli possono essere di diverse fogge e materiali, alcuni sono nati con una funzione specifica e, nel corso del tempo, sono diventati accessori di tendenza, indossati da tutte le celebrità. È questo il caso del cappello da pescatore.

Cappello da pescatore

Il cappello da pescatore, anche noto nel gergo della moda come bucket hat, è nato nel Novecento in Irlanda. Originariamente fatto in tweed o feltro di lana, grazie alle sue caratteristiche di resistenza all’acqua e alla sua stretta tesa circolare, questo copricapo veniva usato da pescatori e agricoltori per ripararsi dalla pioggia e dal sole. Nel corso degli anni si è diffuso per la sua praticità, in quanto, grazie al suo ingombro limitato, può essere ripiegato e riposto comodamente in tasca. Negli anni ‘60 è stato adottato dal movimento dei Mods inglesi che, abbinandolo a giacche e cappotti dallo stile formale, lo hanno reso un capo di tendenza. Negli anni ‘80 è diventato il cappello dei rapper, nei ‘90 era il simbolo della street culture. In tempi recenti è stato sfoggiato da molte celebrità del mondo della musica e del glamour, tornando alla ribalta delle passerelle della moda.

Bucket hat no logo

I bucket hat sono stati proposti in varianti di stile e colore da marchi conosciuti come Beechfield, Kappa, Conversee molti altri. Per chi preferisce uno stile privo di logo, esiste un’ampia scelta di cappelli da pescatore senza marca. Sono realizzati in vari materiali: in cotone 100%, leggero e traspirante, ma anche poliestere e misto cotone. È possibile scegliere tra diverse combinazioni di colori: le fantasie di tendenza sono adatte a uno stile casual giovanile, mentre le tinte unite si prestano a un abbigliamento sobrio, adatto per tutte le età, per un look metropolitano ma anche per lo sport e il tempo libero. Questo tipo di cappello ha un’ottima vestibilità, per questo può essere acquistato in diverse dimensioni ma anche in taglia unica. Esistono inoltre delle varianti regolabili e dotate di falda posteriore più lunga per proteggere il collo dal sole durante il trekking e altre attività all’aperto.

Il costo di un cappello senza marca è generalmente più contenuto di quello dei capi griffati e oscilla tra 2 €, per il modello più semplice, e 18 € per cappelli regolabili e foderati.