Canne da pesca del tonno: di cosa si tratta?

Quando pensiamo alle canne da pesca, immaginiamo una normale canna con mulinello, anelli, lenza e amo. Ma in realtà non tutte le canne da pesca sono uguali e se vogliamo cercare di pescare un tipo di pesce specifico, allora dovremo anche scegliere la canna più adatta. Le canne da pesca del tonno sono molto diverse, per esempio, dalle canne da pesca a mosca. Queste ultime sono infatti più leggere e più lunghe. Le canne da pesca del tonno, invece, devono essere particolarmente resistenti e flessibili, perché il tipo di pesce che andranno a pescare potrà essere molto pesante e avere una grande forza di traino. Due marche note per produrre canne da pesca di questo tipo sono Quantum e Shimano.

Quanto costa una canna da pesca del tonno?

Le canne da pesca del tonno e i loro ricambi si differenziano tra loro in base a diverse caratteristiche, che vanno a influire sul loro prezzo. Si va dai 2,60 € per un semplice amo, fino a quasi 1.000 € per una canna completa di mulinello ad alta resistenza. Per i modelli usati il prezzo scende invece leggermente, anche se dovremo prestare attenzione alle loro condizioni.

Quali caratteristiche hanno le canne da pesca del tonno?

Esistono principalmente due tipi di canne da pesca del tonno, la canna classica e la più moderna canna stand-up. Il primo modello è progettato per essere utilizzato da seduti, collegato a un punto d’appoggio fisso per far sì che non venga trascinato dal tonno che ha abboccato. Queste canne superano di solito i 2 metri di lunghezza e vengono smontate all’altezza del portamulinello. Sono adatte perlopiù alla pesca da una barca a motore, che dispone in genere di uno spazio sufficiente a poppa.

Le canne stand-up, invece, sono state create per essere usate in piedi, sempre con l’uso di un giubbotto da combattimento a cui poter agganciare il manico della canna. Questi modelli sono più corti, da 1,6 metri a 1,8 metri, possono essere costituiti da un pezzo singolo oppure smontabili e sono consigliati per la pesca a traina con la barca a vela, dove si dispone di un minore spazio di manovra.

Oltre a queste caratteristiche specifiche, tutte le canne da pesca del tonno hanno una curvatura massima che possono sopportare. Si va da un minimo di 12 libbre, cioè circa 6 chili, per arrivare a 20 o 30 libbre e oltre. Oltretutto, più peso può reggere la canna, più pesante sarà, quindi dobbiamo prestare attenzione anche a quanto peso il nostro corpo può reggere durante la pesca.