Campanello per bicicletta: uno strumento semplice, ma indispensabile

La bicicletta è uno dei mezzi per spostarsi più utili e, sotto certi aspetti, più nobili da utilizzare. Se da un lato la bicicletta costituisce un’alternativa perfettamente ecologica, dall’altro lato risulta un buon esercizio motorio che, se ripetuto quotidianamente, favorisce sotto molti aspetti la propria salute.

Tra gli strumenti più noti ed utili per la propria bicicletta, uno su tutti spicca in particolare, ed è il campanello. Il campanello per bici è stato inventato nel 1887 da John Richard Dedicoat, apprendista di James Watt e inventore di una serie di gadget utili, tra i quali il temperino.

Una questione di sicurezza

Logicamente, però, anche l’uso della bicicletta richiede il rispetto di alcune regole precise. In Italia la Legge 68 del Codice Stradale richiede il campanello come strumento sempre necessario sulla propria bici, oltre ai freni, luci e catadiottri.

Il motivo è presto svelato: in situazioni di scarsa visibilità, o di passaggio misto di pedoni/ciclisti, il campanello svolge il compito di segnalare la propria presenza agli altri, evitando scontri e situazioni di intralcio.

Le tipologie di campanelli per la bicicletta

Nonostante la funzionalità resti sempre la stessa, esistono alcuni tipi di campanelli per bicicletta, suddivisi più che altro per il modo in cui vanno azionati: campanello classico: è il campanello più diffuso, presente nella maggioranza delle biciclette odierne e di qualche anno fa. Viene azionato semplicemente spingendo una piccola leva, la quale innesca il suono della campanella; campanello a pressione: consiste in un campanello nel quale va premuto un bottone di gomma, connesso ad un campanello di metallo. All’interno si genera una vibrazione, che permette al suono di propagarsi; campanello elettronico: se si volesse acquistare un qualcosa di più moderno, al giorno d’oggi sono disponibili sul mercato campanelli elettronici. Questi campanelli producono un suono del tutto elettronico, mediante la semplice pressione di un tasto apposito. Solitamente sono impermeabili e funzionano a batterie o tramite ricarica con corrente elettrica.

Il limite ultimo all’acquisto di un campanello è pur sempre la fantasia dell’acquirente. In commercio, i campanelli per bicicletta si trovano in migliaia di forme e colori diversi, talvolta davvero fantasiosi e particolari.

Un campanello per ogni situazione

Il suono prodotto dal campanello ovviamente deve essere chiaro ed udibile. Esistono tuttavia campanelli più o meno rumorosi, in base a come è stato costruito. È sempre un bene provare di persona il rumore prodotto, o comunque informarsi sul valore in decibel generato, in base al luogo dove utilizzate la bicicletta.

Il campanello è uno degli articoli e dei gadget essenziali per l’utilizzo della bicicletta.

I prezzi in generale variano dai pochi euro di spesa ai 20-30 €, nel caso di campanelli più complessi e tecnologici.