Calzini da donna

L’abbigliamento femminile sfrutta ogni capo e accessorio trasformandolo in un dettaglio di stile. Neanche i calzini - nati per ragioni strettamente funzionali - si sottraggono ai dettami della moda, seguendo le tendenze del momento e sfruttando le più recenti tecnologie applicate ai tessuti per garantire il massimo comfort e le più alte prestazioni.

Se le calze erano indossate dalle donne sotto i lunghi abiti fin dal Trecento per ripararsi dal freddo durante la stagione invernale, la moda della calzamaglia ricamata si deve alla Venezia del Quattrocento, quando cominciarono ad essere riccamente decorate con balze, trame, pizzi e merletti.

Da allora i modelli e le varianti prodotte sono davvero infinite per adattarsi a qualsiasi esigenza di stile e di utilizzo.

Un calzino per ogni occasione

D’inverno o d’estate, per correre o passeggiare, esiste un calzino adatto per ogni occasione.

Come per qualsiasi altro capo d'abbigliamento, specialmente intimo e funzionale, la caratteristica fondamentale che distingue un buon calzino da uno di qualità scadente è il materiale. Dalle fibre naturali, traspiranti ma poco elastiche come il termico, alle fibre sintetiche, che offrono una maggiore vestibilità e resistenza e sono particolarmente adatte ai calzini calza al ginocchio - sia essa in nylon trasparente o in tessuto più spesso per un look back to school - ai cosiddetti calzini con dita, veri e propri guanti per i piedi, solitamente decorati con fantasie vivaci e disegni spiritosi. Oltre al simpatico effetto estetico e alla possibilità di indossarle anche con le infradito, alcuni modelli sono pensati per sport come yoga e pilates e dotati per questo di inserti antiscivolo, mentre altri sono realizzati in fibra d’argento - dalle proprietà antibatteriche e termoregolatrici - e destinati a chi soffre di diabete, artrosi o microcircolazione. Prezzo medio: 30 € al paio.

Tra i marchi più noti, la a righe e rombi e losanghe, punte e talloni rinforzati e un filato scelto con cura.