Cacciaviti da garage

Tra gli utensili manuali da garage, il cacciavite si trova senza dubbio tra le prime posizioni quando si parla di attrezzi assolutamente necessari. Non serve chiedere a un esperto di fai da te, bricolage o riparazioni per sapere che è un utensile a cui si ricorre molto spesso, anche per delle inezie. Insieme alla chiave inglese e al martello, fa parte di quegli oggetti che raramente mancano in una casa. A dimostrazione di questo, tutti sappiamo com’è fatto un cacciavite: è un attrezzo utilizzato per avvitare o svitare viti, costituito da un'impugnatura e da un tondino di acciaio, solitamente temperato, la cui estremità opposta all'impugnatura ha il compito di far presa nella testa della vite.

Tornando al garage di casa, un set di cacciaviti con diverse tipologie di punte è fondamentale per chi ha degli hobby e delle passioni che includono la meccanica o la costruzione (o è un grande esperto di riparazioni!).

Tipologie di punte

La punta, oltre ad avvitare, può favorire il compito dell'operatore se è di tipo magnetico, in quanto facilita la collocazione o l’estrazione delle viti in acciaio, dato che queste aderiscono al cacciavite. Un'altra caratteristica è data dalla pluralità di forme intercambiabili tra loro. Vi sono infatti dei cacciaviti provvisti di appositi supporti, che consentono di utilizzare punte di forme diverse.

Le tipologie di punta più note e utilizzate sono: quella a taglio, un'impronta sempre meno usata poiché tende facilmente a scivolare via; quella a croce Phillips, che agevola la centratura del cacciavite e ne rende più difficile lo scivolamento; la Croce Pozidriv, simile alla Phillips ma che non prevede la fuoriuscita dell'utensile e presenta quattro scanalature minori tra quelle principali (un giravite a croce può operare su una vite Pozidriv ma non viceversa); infine la Torx, la cui testa ha un foro con sezione a stella a sei punte arrotondate (fu impiegata nei primi computer Apple come antimanomissione).

Altri consigli

A cos’altro dobbiamo fare caso quando acquistiamo un cacciavite? Sicuramente all’impugnatura, un elemento fondamentale in quanto influisce sulla praticità d’uso dell’utensile. È possibile scegliere tra l’impugnatura a T, quella tradizionale cilindrica e quella quadrata, che garantisce una miglior presa. Ci sono molte marche famose che producono utensili e prodotti da garage. Tra le più conosciute, possiamo menzionare Draper o Bosch. I prezzi variano dagli 8 € ai 100 € circa. Ricordiamo che un cacciavite in garage non dovrebbe mai mancare, perciò se si vuole risparmiare è sempre possibile acquistarne uno usato.

Inviaci le tue impressioni - si apre in una nuova finestra o scheda