L’importanza di creare il backup dei propri file

Nonostante la diffusione dell’archiviazione dei dati informatici su spazi virtuali, altrimenti detti cloud, utilizzare dei supporti fisici per effettuare il backup resta comunque una buona abitudine.

Eseguire il backup dei dati informatici contenuti nella memoria di un dispositivo è importante per evitare di perdere dati importanti. Allo stesso tempo questa operazione è fondamentale per liberare lo spazio di memoria per file e software nuovi.

Oltre alle chiavette usb e gli hard disk esterni, esiste la possibilità di archiviare file su CD, DVD e dischi Blu-ray.

Archiviare dati su CD e DVD

Quando si sceglie un supporto per archiviare dei file, non bisogna dimenticare il rischio che gli stessi diventino con il tempo non più utilizzabili e dunque illeggibili.

Questo rischio si corre sia con i CD e DVD, soprattutto quando non conservati adeguatamente nelle apposite custodie. Essi rappresentano comunque dei supporti validi, ma per evitare il rischio di illeggibilità e conseguente perdita dei dati dopo qualche anno, bisogna ricordarsi di procedere a nuove operazioni di backup su supporti nuovi.

Questa soluzione costituisce un’alternativa comunque sostenibile sul piano economico, dato il costo esiguo dei CD-R vergini. Particolare attenzione si dovrebbe riservare ai cd riscrivibili per i quali le registrazioni successive risultano di qualità inferiore rispetto alla prima, nonché determinanti per il rischio di degrado e illeggibilità del file successivamente. L’ampia vendita DVD vergini online dimostra come questo supporto venga utilizzato ancora per la maggiore. Ci sono poi sul mercato DVD vergini appositamente pensati per questa funzione di archiviazione. Essi sono costituiti da materiali di alta qualità, il cui prezzo sale maggiormente rispetto ai tipi standard di DVD vuoti. La tipologia DVD+R, dotata di un un sistema di correzione di errore migliore, è quella preferibile per l’archiviazione.

Blu-ray per il backup

Una soluzione duratura è l’archiviazione su disco Blu-ray, la quale è molto efficace, ma risulta alla fine più costosa di quella su CD o DVD, con prezzi che vanno dagli 8 € ai 25 € per disco. Per poter archiviare su Blu-ray bisogna munirsi per prima cosa di un masterizzatore specifico per blu-ray.

In ogni caso, i Blu-ray disc rappresentano il supporto migliore per il back al momento in quanto hanno una capacità di archiviazione fino ai 25 GB nei BD-R e ai 50 giga nei BD-R a doppio strato, quindi molto più elevata rispetto al dvd.

Inoltre, dal punto di vista dei materiali costitutivi, i Blu-ray sono più resistenti anche ai graffi rispetto a quanto non lo siano cd e dvd. La versione riscrivibile dei Blu-ray, si definisce BD-RE e anche in questo caso sono disponibili dischi a doppio strato.

Inviaci le tue impressioni - si apre in una nuova finestra o scheda