I trenini elettrici: il modellismo e i suoi accessori

Il trenino elettrico, oltre a essere un gioco d’altri tempi, è anche un oggetto di culto per gli appassionati di modellismo. La costruzione di un sistema ferroviario richiede dedizione, pazienza, manualità e fantasia. Di solito si comincia da una set di base e poi si va ad arricchirlo con componenti di diverso genere. Riprodurre il movimento del treno, il viaggio, è anche altamente metaforico e stimola l’immaginazione di grandi e piccini.

Nella scelta del pacchetto di partenza, si deve prima di tutto decidere la scala, l’epoca di appartenenza e il tipo di alimentazione. L’alimentazione elettrica può essere a due o tre rotaie, oppure digitale. Le scelte iniziali che poi devono essere rispettate per tutto il plastico sono da una parte la scala di proporzione, dall’altra il tipo di alimentazione, mentre i periodi storici possono essere anche diversi, nel rispetto dei due criteri precedenti. Le scale più diffuse sono Z (1:220), N (1:160), TT (1:120), H0 (1: 87), O (1:45), 1 (1:32) e G (1:22,5). La scala H0 è la più apprezzata per il buon compromesso che raggiunge tra fedeltà di riproduzione e spazio necessario per la costruzione di un impianto.

Comporre un modello ferroviario

Il primo passo nella costruzione, senz’altro, è la formazione del sistema dei binari. Servono binari diritti, curvi o flessibili; scambi diritti a 2 o 3 vie, incrociati o di tipo inglese, la massicciata in sughero per assorbire i rumori del treno che passa e i bellissimi ponti e passaggi a livello. Inoltre, ci sono semafori, segnali luminosi, respingenti per binario, cartelli e si può persino ricreare la stazione ferroviaria con sala d’attesa, biglietteria e banchina.

Un binario singolo si trova a partire da 1,00 €, mentre un set di accessori completo può costare fino a 649 €.

Essendo un hobby vero e proprio, è molto diffuso lo scambio tra appassionati e la compravendita dell’ usato.

Gli accessori per un modellino più realistico

Oltre ai binari, si deve pensare alle locomotive, alle carrozze passeggeri , ai vagoni merci e al paesaggio circostante i binari, che può riprodurre la campagna, le montagne, i fiumi; il tocco finale è dato dai personaggi e dai mezzi di trasporto (furgoni, camion, pullman, macchine) che animano la vita del plastico. L’epoca di appartenenza scelta, però, sarà il fattore dominante nel determinare l’insieme del modello ferroviario.

Tra i marchi di produzione troviamo Fleischmann, Hornby, Marklin, PIKO e Roco.

Inviaci le tue impressioni - si apre in una nuova finestra o scheda