Gioielli e bijoux

Con il termine bigiotteria si designa una categoria di ornamenti realizzati con materiali non preziosi o semipreziosi e, soprattutto di recente, prodotti in serie. La pratica di produrre gioielli non preziosi risale alla metà del Settecento e si deve all’invenzione del cristallo di piombo, utilizzato per creare pietre che somigliassero a quelle autentiche, dando vita ai cosiddetti bijoux d’imitation. Le pietre di cristallo divennero celebri grazie a Georges-Frédéric Strass, artigiano che perfezionò quelli che in seguito verranno chiamati appunto strass, pietre del tutto simili a diamanti che colpirono perfino il re di Francia, il quale nominò Strass suo gioielliere di fiducia. nell’Inghilterra vittoriana si diffusero i cosiddetti “gioielli sentimentali”, ornamenti aventi a soggetto simboli come cuori, angeli e nastri con significati specifici e di natura, appunto sentimentale.Swarovskiinventò e perfezionò, alla fine dell’Ottocento, una mola meccanica per sfaccettare gli strass in maniera più efficace che ne abbassò notevolmente i costi di produzione.

Bijoux de fantaisie e Costume jewelry

Ma il vero boom dei gioielli di bigiotteria si ebbe con l’inizio del Novecento, quando ai bijoux d’imitation, una sorta di “falsi” autorizzati, si accostarono quelli che in Francia vennero definiti bijoux de fantaisie (“gioielli fantasia”, cioè nati dall’estro creativo di artigiani e che non pretendevano di spacciarsi per gioielli preziosi) e la cosiddetta costume jewelry, cioè gioielleria di scena, utilizzata in teatro e sui set cinematografici negli Stati Uniti. Questi gioielli non preziosi si diffusero ben presto anche presso il vasto pubblico, specie con il successo di correnti artistiche e di pensiero che volevano un’arte più accessibile a tutti e alla sperimentazione nell’uso di materiali nuovi nell’ambito della moda in genere. I bijoux pensati appositamente per essere utilizzati nel mondo dell’alta moda presero il nome di bijoux de couture, sfruttatissimi da Coco Chanelche li utilizzò per ravvivare i suoi abiti dal taglio semplice e sobrio.

Materiali e modelli

I gioielli di bigiotteria comprendono un numero vastissimo di produzioni, artigianali o industriali, di vario valore, dai braccialettiin tessuto acquistabili a partire da 1 €, agli anellicon strass. Il loro valore economico dipende non solo dai materiali ma soprattutto dal design e dal brand di produzione.Morellato, Brosway, Breil, Pandora, Nominationsono alcune fra le marche di gioielli economici più note, con collane di bigiotteria con ciondoli dalle forme più fantasiose e i famosi bracciali in acciaio componibili con charms portafortuna, perfetti come idea regalo. Data la loro natura di gioielli non preziosi, i prezzi della bigiotteria sono accessibili a un vasto pubblico, con ornamenti che si attestano su una media di 20-40 €. I pezzi più esclusivi provengono spesso dal passato e possono sfiorare cifre degne di gioielli preziosi, mentre ornamenti moderni in genere non superano i 1.000 €.

Inviaci le tue impressioni - si apre in una nuova finestra o scheda