Dagli infusi alla moka: il caffè diventa la bevanda più bevuta dopo l’acqua

Il caffè diventa la bevanda più bevuta in Europa a partire dal XIX secolo. Questa bevanda, come la sua pianta, ha un'origine che si perde nella leggenda. La pianta forse ha origini africane, in Etiopia, nella regione del Caffa, da cui si ritiene abbia origine il nome. Giunse in Europa nel XVII secolo e da lì la sua ascesa divenne inarrestabile. Inizialmente il caffè veniva ricavato per infusione delle bacche e veniva consumato per motivi salutistici, come rimedio per il mal di pancia, per rimanere svegli e per la preghiera. Diffondendosi sempre di più ci fu uno sviluppo delle tecniche di preparazione della bevanda. Inizialmente, in ogni paese si preparava il caffè in maniera diversa e, soltanto alla fine del 1800, si studiò un sistema per preparare il caffè in modo da evitare di berne i “fondi”. La vera rivoluzione nella preparazione si ebbe all’inzio del ‘900 quando Bialetti inventò la moka.

Dall’Europa agli Stati Uniti: la moka alle caffettiere all’americana

L’invenzione della moka contribuì in modo notevole alla diffusione del caffè. Un metodo semplice e naturale che ha trasformato radicalmente il modo di preparare la bevanda. Anche se in alcune case si continuava a preparare il caffè alla vecchia maniera, ossia attraverso l’uso di macinacaffè e caffettiere del secolo precedente, rapidamente la moka si diffuse in Europa.

Durante la seconda guerra mondiale, il caffè subì un’altra evoluzione da parte degli americani, che, poco abituati a bere il caffè espresso, lo allungarono con acqua durante la seconda guerra mondiale. Nacquero così le caffettiere all’americana ed il caffè americano.

Le macchine del caffè oggi

Oggi, a circa 100 anni dalla nascita della moka, sono tantissimi i modelli di macchina da caffè espresso in commercio. Si parte dalle classiche moke monodose, per un caffè, fino ad arrivare alle caffettiere per 12 persone utilizzabili sia sui fornelli a gas che su quelli elettrici.

Tazzissima, Mokona, Mokissima, Cuore, Mini Express sono soltanto alcune delle collezioni disponibili della Bialetti. Versatili e facili da usare per dare la massima libertà nella preparazione del caffè, garantendo il piacere di un caffè espresso. Recentemente, nel 2010, la Bialetti ha introdotto le capsule nella preparazione della bevanda arabica innovando ulteriormente la moka. Di particolare importanza per il corretto uso delle macchine è la loro pulizia e la possibilità di poter cambiare le parti usurate attraverso il giusto ricambio.

Il prezzo delle macchine per il caffé Bialetti parte da circa 1 € per alcuni pezzi di ricambio fino ad arrivare ad oltre 11.000 € per una macchina Bialetti a forma di Cuore.