Musica maestro!

Sviluppato nel Milleseicento in Francia, sulla base di uno strumento conosciuto come chalumeau, il clarinetto è uno strumento a fiato appartenente alla famiglia dei legni. È costituito da un bocchino, posto in cima e in cui si trova un’ancia battente, da un barilotto che funge da cassa di risonanza, collegati a un corpo centrale di forma cilindrica detto fusto, su cui si trovano le chiavi con cui si chiudono i fori per suonare le diverse note. Il materiale utilizzato per la loro creazione è prevalentemente l’ebanite, anche se alcuni modelli per usi specifici vengono prodotti in plastica ABS. Di clarinetti ne esistono diversi tipi con diverse intonazioni, che producono note più o meno gravi o acute. Il clarinetto classico è quello soprano in Si bemolle. In base alla diteggiatura si contraddistinguono i modelli francesi - detti Bohem - e quelli tedeschi, detti Oehler.

Acquistare il primo clarinetto

Chi si avvicina al mondo del clarinetto per la prima volta si troverà a dover scegliere un modello da principiante, che offra adeguata resistenza e buone qualità sonore. I clarinetti pensati per l’uso in studio, ovvero quelli in plastica ABS, sono consigliati anche a chi è alle prime armi, dato che rappresentano un ottimo compromesso in termini di qualità e prezzo. Un clarinetto in Si bemolle, a doppio barilotto e con 17 chiavi, adatto ai principianti, può avere un prezzo di partenza di 120 €.È bene acquistare, unitamente al primo clarinetto, delle ance che verranno sostituite a intervalli più o meno brevi, dato che si usurano molto facilmente. Con il tempo, diventa più facile capire quando è ora di sostituirle.Un clarinetto usato è più indicato per chi possiede già un po’ di esperienza, dato che l’usura potrebbe modificare il suono che esce dalla campana, ovvero la parte finale, creando così confusione nel principiante. Yamaha  e Buffet Crampon sono tra le maggiori aziende produttrici di clarinetti, i cui prezzi variano dai 400 € fino a 700 € e oltre. LeBlanc è un’azienda altrettanto rinomata e apprezzata in particolar modo per i clarinetti da studio. I clarinetti per professionisti sono costruiti, perlopiù, in legno, ebano grenadilla e hanno spesso un barilotto più grande che offre un suono acusticamente migliore rispetto ai modelli per principianti. Particolare attenzione va prestata alle ance che appartengono a due diversi gruppi: semplici e doppie. Esse sono responsabili della qualità del suono e vengono prodotte con un tipo di bambù molto comune nella costruzione di strumenti a fiato: l’arundo donax. Le ance possiedono un numero che ne definisce la durezza e lo spessore. Quella ideale per un principiante ha una durezza media, rappresentata dal numero 2 o al massimo 3.

Inviaci le tue impressioni - si apre in una nuova finestra o scheda