Cos’è il baritono

Con la parola baritono si intende principalmente il timbro vocale di una persona compreso tra il tenore e il basso. Questo timbro musicale può essere ovviamente anche usato per descrivere il tono di uno strumento musicale a fiato ed è principalmente utilizzato per descrivere i sassofoni e i flicorni (che in questo caso vengono chiamati anche bombardini). Anche altri strumenti a fiato, come le trombe o i corni, possono avere questo timbro, anche se in realtà sono meno comuni. Tutti questi strumenti musicali fanno parte della famiglia degli ottoni, strumenti a fiato realizzati con l’omonimo materiale. Il costo di uno di questi strumenti può variare in base alla marca e alla qualità della fattura, ma solitamente non si scende sotto ai 200 €, anche per un esemplare usato. Alcuni strumenti possono arrivare anche a costare circa 4.000 €. 

Quali sono le qualità di un sassofono baritono?

Innanzitutto, occorre ricordare brevemente la storia del sassofono: è stato creato per la prima volta attorno al 1840 dal costruttore di strumenti belga Adolphe Sax, da cui prende il nome, ed è considerato uno strumento musicale a fiato ad ancia. Si può affermare che il sassofono è un misto di vari strumenti diversi: infatti combina l’ancia semplice, il bocchino del clarinetto e una forma conica che ricorda il tubo dell’oboe. Viene definito come uno strumento traspositore in Mib, che corrisponde alla sua intonazione. Questo significa che la scala di note inizia dal Mib e non dal Do, proprio perché è intonato a partire da questo suono base. Moltissimi di questi strumenti sono prodotti in Europa, con marchi famosi come Besson, con sede in Francia, o Stagg, con sede in Belgio. La vera e propria ascesa del sassofono coincise con l’affermazione della musica Jazz, per diventarne il simbolo principale soltanto poco dopo. Grazie al suo timbro musicale, alle sue doti di espressività e duttilità, il sassofono si è reso lo strumento principe di questo nuovo genere musicale, passando da semplice strumento di accompagnamento a strumento solista. 

L’eufonio

Il sassofono non è l’unico strumento a fiato ad avere un tono baritono. Infatti esiste anche l’eufonio, che non è altro che un flicorno baritono migliorato nella meccanica e nella sua resa timbrica. Le marche che producono questi strumenti a fiato sono principalmente la Roy Benson e l’Amati. A differenza del sassofono baritono, l’eufonio non ha trovato successo come strumento solista e la sua presenza non è nemmeno contemplata nelle orchestre, a causa della “giovane” età dello strumento, nato all’incirca nell’Ottocento.
 

Inviaci le tue impressioni - si apre in una nuova finestra o scheda