Introduzione al collezionismo di banconote

Per gli appassionati di numismatica banconote e monete, a prescindere dalla loro provenienza, hanno un tale fascino da spingere molti a raccoglierle e catalogarle per inserirle in una collezione. Collezionare banconote può essere un modo per approfondire la conoscenza delle culture di continenti e stati differenti ma anche per raccogliere informazioni sulla storia legata al paese di origine dei pezzi scelti. Partendo dal presupposto che una collezione di banconote assume maggiore valore se completata seguendo specifici criteri, è bene cercare le informazioni relative alla zona geografica a cui si vuole prestare interesse. Si può scegliere di raccogliere banconote di un solo stato (ad esempio banconote italiane), oppure di più stati di un continente (banconote europee) o di un’area in particolare, come ad esempio l’Europa orientale.

Banconote europee: Europa dell’est

L’Europa orientale è la regione dell’Europa che comprende i paesi che si trovano tra l’Europa centrale e i monti Urali. La prima informazione da reperire riguarda quali e quanti stati siano compresi in questa zona. Una volta fatto ciò si può procedere all’identificazione della moneta locale e così all’individuazione dei vari tagli di banconote emesse, circolanti e non. Secondo i dati aggiornati al 2017, gli stati europei della zona orientale sono: Bielorussia, Bulgaria, Moldavia, Repubblica Ceca, Romania, Russia, Slovacchia, Ucraina e Ungheria. Nella fase iniziale della ricerca di banconote è bene informarsi sulla reperibilità di determinati pezzi o serie e sulla loro relativa fascia di prezzo. Il prezzo delle banconote meno rare è più basso, si parte da meno di 1 € per i pezzi più reperibili, mentre per gli esemplari più rari il costo sale oltre i 100-150 €. I principianti possono trovare le informazioni necessarie tra i cataloghi e accessori di monete e banconote.

Classificare e conservare le banconote

Per dare valore alla propria collezione è indispensabile seguire una logica nel catalogare e raccogliere i pezzi che andranno a farne parte. Il modo più veloce di procedere per i collezionisti nella fase iniziale della propria ricerca è, una volta scelta la zona a cui fare riferimento, procurarsi un esemplare di banconota di ciascun taglio, per ogni stato, ad esempio un esemplare di 100, 200, 500, 1.000, 2.000 e 5.000 corone nel caso della Repubblica Ceca. Molte delle banconote di stati dell’Europa occidentale non sono più in circolazione, perché sostituite dall’Euro, quelle provenienti dai paesi dell’est sono invece, per la maggior parte, ancora utilizzate; si può pensare quindi di portare avanti una collezione differenziando i pezzi in base alla data di emissione. È consigliabile ordinare e riporre la propria collezione nelle apposite buste per banconote o nei classici raccoglitori ad album.

Inviaci le tue impressioni - si apre in una nuova finestra o scheda