Bambole dalla preistoria ad oggi

Rappresentazioni della figura umana in forma di fantoccio sono conosciute fin dalla preistoria e in tutte le civiltà. Oggi appartenenti al mondo dei giocattoli e del collezionismo, le bambole hanno avuto nei secoli una funzione rituale, magica e sacrale, sono state simbolo di ricchezza e prestigio delle famiglie più agiate e, con il loro evolversi, hanno accompagnato il mutare dei costumi delle società umane.Esistono esemplari di bambole primitive provenienti dalle civiltà peruviana, azteca, babilonese (in alabastro) ed egizia (in legno dipinto), per non parlare delle bambole di argilla, legno, osso, cuoio o stoffa che le fanciulle greche offrivano ad Afrodite e ad Artemide prima delle nozze, così come facevano le puellae romane con Lari e Penati.Le bambole perdono la loro funzione sacrale con l’arrivo dell’era cristiana, fino a quando, nel Rinascimento, assumono un carattere prettamente artistico e di costume. Fu allora che nacquero le bambole manichino, dono raffinato per bambine e dame d’alta classe, abbigliate secondo la moda più recente. Si trattava di vere e proprie bambole di lusso, curate nei minimi dettagli. A questa produzione alta, se ne affiancò ben presto una più povera e popolare, tanto che nel tempo nacquero i primi artigiani specializzati nella produzione di bambole e case in miniatura dall’elevato valore artistico e artigianale.Ben presto, dal legno si passò alla cartapesta e poi alla porcellana dipinta per il viso, mentre il corpo era spesso di stoffa imbottita o di cuoio.

Bambole e bambolotti moderni

Bambole e bambolotti sono oggi costituiti di materiali più pratici ed economici come la plastica o il vinile, facilmente lavabili e infrangibili. Ci sono modelli di ogni tipo, dal bambolotto di genere maschile o femminile in stile bebè, con tanto di accessori per la pappa o il bagnetto - come quelle della linea Baby Born o il famoso Cicciobello della Giochi Preziosi - a quelle interattive o parlanti. Alcune bambole riproducono personaggi di serie d’animazione Disney - come l’amatissimo Frozen - e cartoni animati vari - da Topo Gigio a Masha e Orso, mentre altre vestono i panni di teenager alla moda come le Diva Starz della Mattel, o di potenti fatine alate come le Winx.Le bambole antiche in costume femminile sono oggi ricercate dai collezionisti: quelle in cartapesta fino agli anni ‘60 vanno da 25 € a 350 €, mentre quelle in porcellana da 5 € a 150 €. Tra le bambole da collezione figurano anche quelle degli anni ‘80, come le famose Cabbage Patch, acquistabili a partire da 3 € a 100 €.