Verniciatura auto fai da te? Un gioco da ragazzi!

Se siete appassionati di auto, disponete di una buona manualità e della giusta determinazione a fare un buon lavoro, allora siete perfetti per il classico, ma intramontabile metodo del fai da te. Verniciare la vostra amata autovettura vi consentirà non solo di occuparvene personalmente ed evitare un giro dal carrozziere, ma anche di risparmiare qualcosina sul costo della manodopera e sull’acquisto degli articoli per la verniciatura di veicoli, spendendo sensibilmente meno.

Come preparare il veicolo per la verniciatura

Per prima cosa, trovare un luogo spazioso, ben ventilato, ben illuminato e con pochissima polvere. Individuata la location, munirsi dei giusti attrezzi per verniciatura di veicoli (anche usati andranno benissimo): tuta da lavoro, mascherina di buona qualità e occhiali protettivi, vernice, nastri adesivi e carta di giornale, fondi e primer per carrozzeria, carta abrasiva, pistola a spruzzo e compressore.

Passare quindi alla preparazione del veicolo carteggiando con carta vetrata per rimuovere ogni traccia di ruggine o ammaccature (sverniciatura) in modo da ottenere una superficie perfettamente liscia e omogenea.

Benché sia consigliabile rimuovere tutte le finiture della carrozzeria (cromate o in plastica) e proteggere con carta da giornale e nastro adesivo di carta quelle non estraibili (fanali, targa, finestrini, ruote, ecc.), potrete anche decidere di verniciare plastica e altri supporti dell’auto, in modo da ottenere un effetto esteticamente e cromaticamente piacevole, oltre a proteggerli da possibili sollecitazioni meccaniche e termiche.

Primer

Il primer è il primo strato da applicare sulla carrozzeria poiché il suo scopo è quello di proteggere il metallo della lamiera dalla ruggine e fare da collante per la vernice. Dopo esservi assicurati che il primer sia completamente asciutto, procedete nuovamente con la levigazione facendo attenzione a non rimuovere lo strato base appena applicato.

Verniciatura con tecnica a spruzzo

La verniciatura a spruzzo è una tecnica piuttosto diffusa perché, oltre a essere economica e veloce, consente di ottenere ottimi risultati se effettuata a regola d’arte. La vernice si applica tramite l’uso di una pistola a spruzzo o aerografo e con l’ausilio di un compressore da regolare in base alla pressione desiderata. Esistono diverse tipologie e marche di pistole a spruzzo (come Silverline, Devilbiss, Sealey, Stanley) con un costo variabile dai 20 € ai 190-200 €. Con la giusta pistola sarà possibile ottenere una finitura perfetta e professionale senza il rischio di fastidiosi segni lasciati dal pennello. Sarà sufficiente diluire la vernice fino a ottenere la giusta densità, riempire il serbatoio per circa 2/3 e iniziare l’applicazione con movimenti lenti da destra verso sinistra e viceversa, rimanendo paralleli alla superficie. A questo punto attendere il tempo necessario affinché la vernice si asciughi e… voilà, il gioco è fatto!