Il mondo dei radio ham

Uno dei tratti più affascinanti del mondo della radio è che si può creare una stazione letteralmente ovunque, anche in cima a una montagna o nel bel mezzo di un deserto. Ci si appassiona alle trasmissioni radio per ragioni del tutto personali. Di fatto, però, i lati attraenti di questa passione hobbistica sono molteplici. Innanzitutto, l’elemento di sfida dal punto di vista tecnico, ma anche il fatto che questa passione si realizzi insieme ad altre persone con cui appunto instaurare il contatto radio. Inoltre, in questo ambiente di certo non si smette mai di imparare.  La radio resta l’unico mezzo di comunicazione possibile in caso di emergenza. Conoscere come creare una connessione e gli elementi tecnici che costituiscono una stazione radio è qualcosa di molto utile dal punto di vista dell’apprendimento personale. Si tratta di una passione che spinge sempre più all’allargamento delle proprie conoscenze e dunque è possibile essere dei radioamatori su livelli molto diversi.Cominciamo allora dalla base, parlando degli articoli per radioamatori più diffusi.

Mercatino radioamatori

Il mondo dei radioamatori viene comunemente definito “radio ham”, ed è più grande e diffuso di quanto si pensi. Gli articoli per radioamatori, ora prevalentemente utilizzati per uso hobbistico, avevano avuto un grandissimo successo in particolare tra la fine degli anni ‘80 e ‘90, prima dell’avvento dei cellulari. Le ricetrasmittenti divennero allora uno strumento molto utile anche sul lavoro, in particolare nei cantieri o nelle spedizioni escursionistiche in mezzo alla natura.L’utilizzo delle classiche ricetrasmittenti e il relativo mercato di articoli per radioamatori è ancora piuttosto vivace. Anche online si ha l’impressione di essere in un vero e proprio mercatino del radioamatore in cui è possibile trovare numerosi articoli con prezzi e modelli diversi.

Modelli e tipologie

Nel mercatino radioamatoriale online, osservando più da vicino l’offerta dell’usato, troviamo in generale le seguenti tipologie di articolo: i ricevitori, le ricetrasmittenti, le antenne radio, i trasmettitori e gli amplificatori. Vediamone alcuni in dettaglio, a cominciare dai ricevitori, ovvero il cuore della trasmissione radio. I ricevitori costituiscono la spesa più consistente con prezzi che vanno infatti di media dai 100 € ai 500 € e oltre. Per quel che riguarda le ricetrasmittenti, qui i modelli e i prezzi variano ancora di più con prezzi che vanno dai 30 € fino ai 100 € per articolo.Infine troviamo le antenne radio ham (letteralmente “antenne radioamatori”), un altro elemento fondamentale al fine di captare il segnale radio. Anche qui l’offerta è ampia con un costo tra i 50 €  e i 200 €, a seconda ovviamente della potenza del segnale.