Antenne ed amplificatori TP-LINK per networking e reti home: il meglio per la tua rete

Prima di acquistare un’antenna e un amplificatore ad essa collegato, è opportuno studiare la soluzione che meglio soddisfi le proprie esigenze. 

Per quanto corcerne l’antenna, essa deve avere delle determinate caratteristiche. 

In particolare, ciò che deve essere valutato innanzitutto è il “guadagno”, ossia la capacità di tramutare il segnale elettromagnetico trasmesso, nell’aria in segnale elettrico. 

In secondo luogo, bisogna esaminare il numero di antenne e la loro dimensioni, la resistenza al vento e il rapporto avanti-indietro, volto sempre a determinare il guadagno dello strumento stesso. Successivamente vedremo che esistono diversi tipi di antenna, ma è fondamentale anche sottolineare quanto sia utile abbinare al suddetto oggetto anche un amplificatore oppure una prolunga, che migliorano il guadagno, incrementando la ricezione del segnale, soprattutto quando vengono scelti con cura e installati correttamente. 

Tipologie prodotti, prezzi e potenza del segnale

Esistono diverse tipologie di antenne. Tra cui:  

  • antenne a banda larga. Prevedono un’ottima ricezione dell’intera banda tv;
  • antenne da interno. Particolarmente adatte a ricevere le frequenze del digitale terrestre;
  • antenne direttive. Si preferiscono laddove il segnale è debole e disturbato, in quanto hanno un guadagno maggiore;
  • antenne logaritmiche. Hanno un guadagno discreto;
  • antenne a pannello. Ricevono il segnale da diverse direzioni.

Analizzate singolarmente, notiamo che il prezzo proposto in commercio varia a seconda delle diverse caratteristiche. Ottima la TP-LINK, che offre articoli da 4 € fino ad altri da circa 200 €. 

Anche la banda di frequenza varia, e troviamo modelli da 2.4GHz e modelli da 5GHz, dunque, come anticipato in precedenza, è talvolta utile incrementare il guadagno con l’ausilio di un amplificatore o una prolunga. 

Nel primo caso, esistono numerosi tipi e modelli differenti, per rispondere alle diverse esigenze. Il dispositivo sarà definito più o meno “complesso” in base al numero degli ingressi. Altre caratteristiche dell’oggetto in questione riguardano: 

il tipo di amplificazione. Unica o separata, può essere sia modificabile che predeterminata; 

il guadagno. Potenza della ricezione dell’amplificatore; 

il livello di uscita. Potenza massima del guadagno, per valutare il numero di prese ricavabili dall’impianto; 

la figura di rumore. Serve a valutare quanto lo strumento incida a livello ambientale. 

In commercio, è possibile acquistare amplificatori TP-LINK a partire da 14,90 €, ma il prezzo può lievitare fino a modelli da 1.125 €. 

La prolunga, invece, è un cavo di estensione che si utilizza quando il segnale wireless è troppo debole per connettersi a un altro punto d’accesso in un altro edificio. Può arrivare fino a 12 mt. 

Altro aspetto fondamentale sta nello scegliere con cura il modem per networking e reti home, a cui è possibile anche abbinare telefoni voIP home

Inviaci le tue impressioni - si apre in una nuova finestra o scheda