Zaini e borse da campeggio ed escursionismo: la scelta ideale per i viaggi dinamici

Ad ogni viaggio il suo bagaglio. Chi fa continui spostamenti e cambi di mezzi di trasporto sa bene quanto lo zaino possa diventare un amico fidato.

A differenza del trolley, non crea problemi sulle strade dissestate e anche salire sui treni e sugli autobus non richiede un grande sforzo. I prezzi di queste soluzioni per i viaggi variano in base a caratteristiche come la capienza, la qualità dei materiali, il numero di tasche ed eventuali accessori (da 10 € a quasi 300 € per uno zaino da 75 litri). L attrezzatura da campeggio ed escursionismo può essere acquistata anche usata e gli zaini non sono da meno. Scelta adatta a chi è alla ricerca di un buon rapporto qualità-prezzo o a chi intende farne un uso sporadico.

Come scegliere lo zaino da trekking e da campeggio

Zaini e borse da campeggio devono essere scelti con cura. I parametri da considerare sono la forma, il peso, l’ingombro, le aperture, le tasche, gli spallacci e le cinghie. In questi casi, è importante prestare attenzione ai materiali, che dovranno essere resistenti e, allo stesso tempo, leggeri.

Quando si fa escursionismo è preferibile che lo zaino abbia lo schienale regolabile in altezza, così da poter bilanciare il peso correttamente. Anche gli spallacci devono essere ben imbottiti e non dovranno deformarsi con il tempo.

Gli zaini di grandi dimensioni devono avere delle cinghie che consentono di regolare il carico del peso sulle spalle, poiché la distribuzione varia anche in base al tipo di camminata (in salita, in discesa o in pianura).

Le dimensioni

La prima domanda da porsi riguarda l’utilizzo che si farà dello zaino: servirà per una sola giornata? Dobbiamo agganciarvi il sacco a pelo o la tenda da campeggio?

Per una passeggiata della durata di un solo giorno, è meglio scegliere zainetti da campeggio ed escursionismo leggeri, con poche tasche e lacci. Una capienza di 20 o 30 litri andrà più che bene, poiché in quel caso ci serviranno pochi oggetti, tra cui l’importante borraccia.

In caso di escursioni di più giorni, anche se non prevedono il pernottamento in tenda (pensiamo ai rifugi o a chi usa questi zaini anche in città dormendo in albergo), bisogna iniziare a pensare a una struttura più solida, con un volume tra i 35 e i 50 litri. Anche lo schienale in questi casi diventa importante, meglio sceglierlo rigido e imbottito. Il sistema di cinghie deve pure diventare oggetto di valutazione, così come l’imbottitura degli spallacci e la fascia ventrale, per assicurare una corretta distribuzione del peso e un comfort adeguato.