Collezionare utensili d’arte e di antiquariato

Se pensate che acquistare e collezionare oggetti d’antiquariato sia una pratica solo per rivenditori, esperti e professionisti vi sbagliate. Chiunque può avere una propria collezione personale, in base alle proprie esigenze e anche al proprio portafoglio. Posate, quadri, attrezzi da cucito e altri utensili d’arte e di antiquariato possono fare la gioia di tutti, anche grazie al vasto intervallo di prezzi (da 1 € a oltre 2.000 €). Alcuni di questi oggetti possono essere praticamente nuovi, altri sono già stati usati (anche questo potrebbe essere un fattore significativo rispetto al costo). Inoltre, c’è anche la possibilità di partecipare a delle vere e proprie aste di articoli d’arte e antiquariato.

Perché scegliere degli oggetti d’antiquariato

Molte possono essere le motivazioni che spingono all’acquisto di oggetti che appartengono a decenni (se non a secoli) passati. Ad esempio, quando sono in ottimo stato e ancora utilizzabili, possono essere una valida alternativa rispetto ai modelli più recenti. Pensiamo, ad esempio, agli attrezzi da cucina conservati in modo ottimale, o ai mobili di pregiata fattura.

Questi oggetti, inoltre, sono anche dotati di una loro personalità, merito del lavoro artigianale che ha portato alla loro realizzazione.

Iniziare la propria collezione proprio da questi oggetti, che svolgono anche una funzione pratica e non solo decorativa, può essere una buona idea per chi sta cominciando ad arredare casa. Se con il tempo ci si dovesse accorgere che stonano con il resto dell’ambiente, si avrà pur sempre la possibilità di rivenderli, magari guadagnando anche qualcosa.

I pezzi di antiquariato possono essere esposti anche all’interno di botteghe e negozi, come nel caso di oggetti di antiquariato dei mestieri del passato.

Cos’è l’antiquariato

Non esistono dei parametri precisi per identificare gli oggetti di antiquariato, a cui ci si può riferire anche con espressioni come “vintage” o “d’epoca”, anche se in modo non del tutto corretto. Gli standard variano rispetto ai vari paesi e in base al tipo di articolo, ma la valutazione può cambiare anche di anno in anno. Ad esempio, negli Stati Uniti un mobile dei primi anni del Novecento è considerato antico, mentre in Europa diamo questa etichetta ai mobili che risalgono a prima del 1850. Anche per altri oggetti e utensili, come le radio o gli apparecchi elettronici, i periodi storici europei sono diversi da quelli statunitensi. In breve, qualsiasi oggetto può diventare di antiquariato se si mantiene in buono stato per molti anni.

Il valore, inoltre, dipende anche dalle richieste del mercato, poiché ci sono articoli più richiesti di altri. C’è poi da tener presente la rarità e quanto questa faccia gola alle persone. Gli oggetti di uso comune, generalmente, valgono meno rispetto a quelli più rari e particolari.